Orietta Berti, tutte le proposte indecenti: da Playboy a Tinto Brass

Opinionista al GF Vip, Orietta Berti ha detto «no» a lucrose proposte per posare senza veli.

Ospite di Silvia Toffanin a «Verissimo», la 79enne ha parlato di Playboy e Tinto Brass, che l’avrebbero ricoperta di soldi per diffondere le sue immagini osé.

«Parlai della proposta di Playboy prima di tutto con mia suocera e lei mi rispose: “Se fai una cosa del genere, vado via di casa insieme a Osvaldo!”. Capito? Se ne sarebbe andata via, portando con sé anche mio marito».

Tuttavia la proposta economica in ballo era massiccia, tanto che per posare nuda sulla copertina della famosa rivista per uomini «si sarebbe potuta comprare quattro appartamenti».

«Non avrei mai accettato - ha continuato la Berti - perché poi magari nel tempo ti vergogni anche per i figli che hai o che avrai. Fare questi servizi, a che pro? Devi esserci portata».

La cantante ha mantenuto lo stesso approccio anche con Tinto Brass, al quale disse di no.

«Lui ha detto che non se lo ricordava (di avermelo proposto, ndr), ma io sì. Mi voleva per “Monella”, non per il ruolo principale, ma per quello della sorella o della mamma, però ho rifiutato, perché avevo un altro impegno. Brass ha insistito, dicendomi: “Guardi che non la faccio spogliare”. Lui è un bravissimo regista nel suo genere, è un maestro, ma io avevo davvero un altro impegno e a volte non puoi sottrarti. Se mi richiamasse adesso? Direi che potrei fare la nonna!».

Alla soglia degli 80 anni, la Berti però resta un’icona del mondo televisivo grazie anche al ruolo di opinionista al GF Vip accanto a Sonia Bruganelli, moglie di Paolo Bonolis.

«Questa esperienza mi ha fatto diventare ancora più popolare e quando vado a Roma in treno le persone mi chiedono i selfie. Tutti parlano e vedono il GF Vip, ma per questo ruolo ho ricevuto anche molte critiche».