Origine e funzionamento del sito per l'acquisti di abbigliamento

·2 minuto per la lettura
E-commerce
E-commerce

Zalando è stato uno dei primi siti progettato per il mondo dell’e-commerce. La piattaforma, inizialmente battezzata Ifansho, è stata sviluppata a Berlino da due compagni di università, David Schneider e Robert Gentzed, nel corso del 2008. Il lancio della società, poi, è stato reso possibile in seguito all’incontro tra i due fondatori tedeschi e i milionari responsabili di Rocket, compagni all’avanguardia nel campo di Internet, Oliver, Marc e Alexander Samwer. In Italia, Zalando è approdato nel 2011 e si è rapidamente diffusa in tutta Europa anche grazie al contributo indispensabile di un’efficace campagna di marketing che è riuscita a conquistare l’interesse di acquirenti e visitatori: ecco come funziona la piattaforma.

Zalando: come funziona

La piattaforma Zalando nasce, in un primo momento, con l’intenzione di vendere online calzature prodotti dai grandi marchi esistenti al livello internazionale. Il progressivo successo del servizio, tuttavia, porta Zalando a incrementare l’offerta e consentire agli utenti registrati di acquistare non solo calzature ma anche capi d’abbigliamento e accessori forniti dai grandi brand ma anche da marchi meno famosi e rinomati.

Zalando punta principalmente a garantire la sicurezza degli ordini, azzerando i rischi di truffa e applicando protocolli protetti che tutelino i clienti dal pericolo di furto dei dati. Inoltre, tenta di rassicurare i propri clienti, stimolandone la fiducia nel mondo dell’e-commerce e garantendo loro il reso dei prodotti entro 100 giorni dall’ordine, senza spese aggiuntive e con un rimborso integrale dell’importo pagato.

LEGGI ANCHE: Vinted, cos’è e come funziona

Come sapere?

Per poter effettuare degli ordini su Zalando, è sufficiente procedere alla creazione di un account personale, indicando un indirizzo e-mail di riferimento e impostato una password. Dopo aver ultimato la registrazione, solitamente Zalando regala al nuovo iscritto un buono sconto da impiegare per effettuare il primo ordine sul sito.

Una volta entrati in possesso del proprio account personale, quindi, si potrà iniziare a navigare tra i prodotti commercializzati in piattaforma e aggiungere quello che si vuole comprare nell’apposito carrello, per terminare gli ordini nell’immediato futuro, oppure inserirli nella lista dei desideri, se si preferisce compiere l’acquisto in un secondo momento. Nella lista dei desideri, poi, è possibile inserire anche prodotti classificati come momentaneamente non disponibili: in questo modo, nel momento in cui verranno reinseriti in piattaforma, si riceverà un’e-mail informativa.

In relazione ai metodi di pagamento, infine, si può scegliere di pagare alla consegna tramite contrassegno, con carta di credito, PayPal o altri sistemi di pagamento elettronici e credito Zalando maturato a seguito di eventuali resi. Contrariamente ad altri siti dedicati all’e-commerce, poi, la consegna di Zalando è sempre gratuita mentre il prodotto viene spedito entro le 24 ore che seguono l’ordine e recapitato in 3-5 giorni.

LEGGI ANCHE: Scalapay, come funziona l’innovativo metodo di pagamento frazionato