Ornella Muti in tailleur verde è il nuovo manifesto (sublime) della più bella moda d'autunno

·3 minuto per la lettura
Photo credit: courtesy photo
Photo credit: courtesy photo

“Non ho mai desiderato intraprendere la carriera di attrice”: così Ornella Muti apriva un'intervista rilasciata a Il Messaggero nel 2019. Non erano questi i suoi programmi, Ornella voleva fare l'atleta. Eppure quando nel 1969 ha esordito al cinema nel film La Moglie più bella di Damiano Damiani ha conquistato tutti. E poco importa se a prima vista Bottega Veneta e Ornella Muti sembrano non coincidere affatto. Anzi meglio. Perché è proprio questo lo spaesamento voluto da Daniel Lee. Il direttore creativo della maison ama il malinteso e la contraddizione. Lo si rivede anche nelle sue collezioni in una moda nuova, fluida, versatile e inclusiva. Quindi perché non tappezzare Roma con le foto di Ornella Muti in tailleur verde Bottega Veneta per l'opening della boutique nella capitale?

Photo credit: Ornella Muti
Photo credit: Ornella Muti

Bottega Veneta arriva in Via Dei Condotti 59 e inaugura la boutique più grande d'Europa nei suoi 591 mq all'interno del Palazzo Della Porta Negroni Caffarelli, un gioiello che fa eco al periodo rinascimentale. Il nuovo concept studiato da Daniel Lee è basato sull'idea di un set in continuo allestimento. L'arredamento della boutique sarà caratterizzato da mobili realizzati da artigiani veneziani e progettati per essere adattati in base alle esigenze. Al piano terra sarà possibile ammirare (e camminare) su un pavimento palladiano, realizzato in marmo Giallo Siena, Radika e Moresco. Tutto è studiato nei minimi dettagli. Così la nappa degli abiti si intreccia ai tappeti in lana Merino realizzati in Nepal in una continua contaminazione tra moda e design. Il primo piano invece è caratterizzato da piastrelle di terracotta fatte a mano, la nuova mecca dei fashion addicted.

Photo credit: Ornella Muti
Photo credit: Ornella Muti

Ornella Muti è la madrina di questa nuova (e attesissima) apertura. Icona di stile dagli Anni 70 e quintessenza della Roma più verace in versione glam, l'attrice italiana dalla carica charmant è la perfetta interprete dello stile all’avanguardia e insieme understatement della maison. Ornella Muti in tailleur verde sui muri imponenti e polverosi di Roma è la delicatezza sussurrata di una donna forte nella propria pelle, mentre posa con una giacca avvitata, la gonna dritta dai piccoli spacchi, sabot platform e smalto rosso a contrasto. Il suo è un tailleur bon ton che perde tutta la sua austera rigidità nel mescolarsi al verde prato, intrecciandosi nel morbido tessuto e aprendosi nelle pieghe della gonna. È la gonna infatti il punto focale dell'intero look, una decostruzione dell'eleganza più classica e snob. Un atteggiamento ribelle che trova il suo spazio in un capo che ha il sapore rétro e un'estetica futurista. Una semplicità per niente scontata che rivive anche grazie a Ornella Muti.

Proprio qualche giorno fa l'attrice italiana in un'intervista al programma televisivo Ti Sento su Rai2, ha affermato che una delle frasi più dolorose che le abbiano mai detto è stata "La Muti si attribuisce un'anima". "Questo è il nostro lavoro, siamo dei momenti, delle cose, non delle persone. Oggi però questa cosa me la gestisco meglio”, ha spiegato poi a Pierluigi Diaco la Muti. Parole di sofferenza e immensa forza che fanno riflettere sullo stigma che viene attribuito, ancora oggi, a chi lavora attraverso lo schermo, a delle immagini che però, in realtà, sono anche persone. Uno stigma che viene calpestato, esploso, preso e affisso sui muri macchiati di Roma. Un'immagine, un'anima e una persona nuova, illuminata dalla luce gialla della città eterna.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli