Padre muore in casa, la figlia: “Non gli hanno fatto il tampone”

Asia Piazza Pulita

A Piazza Pulita su La 7 Asia Marchesi ha raccontato del calvario vissuto dal padre Sirio, morto in casa con sintomi analoghi al coronavirus Covid-19. All’uomo, però, non era stato fatto il tampone.

Il racconto della figlia

Asia Marchesi ha raccontato a Piazza Pulita gli attimi che hanno preceduto la scomparsa del padre Sirio. L’uomo si è ammalato in casa e, dopo un peggioramento repentino della situazione, è morto in seguito ad un’acuta crisi respiratoria. “Abbiamo mandato un’amica infermiera a cercare l’ossigeno – ha raccontato la figlia di Sirio – La prima bombola disponibile era a 40 km. Quando è arrivata era già andato. Aveva una sete d’aria… fino all’ultimo secondo ci ha provato”.

Per poi aggiungere: “È come vedere annegare una persona. Ma se annega nell’acqua ti butti e provi a salvarla, così non puoi fare niente”. Avevano provato a chiedere soccorso, ma non è stata mai valutata l’ipotesi di fare un tampone al signor Sirio per capire se avesse contratto o meno il coronavirus. “Mi dicevano ‘Lo lasciamo in casa perché è debole ed è rischioso per lui andare in ospedale’. Aveva degli attacchi di tosse fortissimi. Solo a vederlo mi sentivo soffocare. Ho chiamato l’ambulanza, sono scesi 5 volontari, non c’era un medico. Gli hanno detto che se era 4 giorni che aveva la tosse e non l’aveva curata è normale che stesse così“.

“Si vedeva che aveva una sete d’aria incredibile – ha affermato Asia -, ci ha provato fino all’ultimo, ha lottato fino all’ultimo. Io l’ho sentito, gli ho parlato. L’ho ringraziato per il grande uomo che è stato e gli ho chiesto di salutarmi i nonni. Ho capito che non ha perso conoscenza fino all’ultimo momento”. Il signor Sirio Marchesi, però, non risulta tra i decessi per Coronavirus. Ad Asia e alla madre, inoltre, non è stato fatto il tampone, in quanto asintomatiche. La paura della mamma di Asia quindi è quello di peggiorare improvvisamente come accaduto al marito. “Alla fidanzata di Rugani – conclude Asia – primo calciatore di Serie A risultato positivo, hanno fatto il tampone anche se asintomatica. Perché a noi non l’hanno fatto?“.