Paola Turani è incinta e lo ha annunciato nel modo più dolce del mondo

Di Redazione Digital
·4 minuto per la lettura
Photo credit: Claudio Lavenia - Getty Images
Photo credit: Claudio Lavenia - Getty Images

From ELLE

Arriva come un treno carico di emozioni il lieto annuncio di Paola Turani, che ieri ha rivelato di essere incinta. La foto scelta per dare la notizia ai suoi follower ritrae la modella e influencer mentre scopre il pancino e mostra tutta la sua gioia accanto al marito Riccardo Serpellini, meglio noto come “il Serpella”, che l’abbraccia e la bacia teneramente sulla guancia. Un ritratto di famiglia completato dai due immancabili cagnoloni, Gnomo e Nadine, che incorniciano lo scatto. “In questi anni durante la nostra lunga attesa abbiamo capito molte cose. Abbiamo capito che io e te siamo davvero forti e possiamo superare tutto insieme – ha scritto la modella nel lungo post.

“Abbiamo capito che davvero “NIENTE È IMPOSSIBILE”... la vita quando meno te l’aspetti ti sorprende. E quando succede ti lascia senza fiato, senza parole. Abbiamo capito anche che le cose più belle e che più desideri si fanno sempre attendere... nel nostro caso un po’ troppo, ma forse doveva andare così. Ed infine abbiamo avuto la conferma che l’amore è così importante da vincere su tutto, anche quando le battaglie ci sembrano più difficili e ci fanno soffrire. Quanto ho sognato questo momento, quanto... e alla fine ecco che è arrivata la nostra gioia più grande e speciale. Tu. Siamo davvero tanto, tanto felici di condividere insieme a voi questa bellissima notizia: La nostra famiglia finalmente si allarga! Ci scoppia il cuore di felicità!!!”

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La notizia è stata condivisa subito dopo anche dalle sue storiche amiche, tra cui Giulia Valentina, Tess Masazza e Camihawke, a cui Paola ha scelto di comunicarlo nei modi più stravaganti e contorti possibili. “Paola ha attentamente selezionato il modo più confusionale per comunicare ad ogni sua amica la sua gravidanza” scrive Giulia Valentina, a cui è toccato un simpatico rebus da risolvere: “2 peas + 1 peasolino/a in a pod”. In inglese "Two peas in a pod", letteralmente “Due piselli in un bacello”, sta a significare la grande somiglianza che unisce due persone – in questo caso le due amiche – a cui presto si aggiungerà un piccolo “peasolino/a”, di cui non si conosce ancora il sesso.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

La modella, che ha scoperto di essere incinta il 26 gennaio e per tre mesi ha taciuto sulla sua gravidanza preferendo aspettare l’esito positivo di tutti gli esami prima di ufficializzare la cosa, ha promesso che nei prossimi giorni racconterà ai suoi fan tutti i dettagli di questo lungo e non sempre facile periodo, in cui ha dichiarato di essere stata molto male a causa delle nausee mattutine. I dettagli di ogni cosa arriveranno però a tempo debito, Paola ha aspettato tanto e ora non ha fretta: vuole godersi giorno per giorno questa gravidanza tanto desiderata.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Intanto oggi è arrivato il primo emozionante video, girato proprio quel fatidico giorno di gennaio quando, seduta a terra in bagno, attese da sola il risultato del test. Pochi istanti e poi un pianto liberatorio. “Era il 26 gennaio, avevo un ritardo di sei giorni e mai come in quel mese stavo aspettando l’arrivo del ciclo – racconta Paola ricordando quei momenti – Quel ritardo però non era normale perché sono sempre stata così puntuale. Sono corsa in farmacia e nel pomeriggio ho deciso di fare il test. Ero a casa da sola. L’attesa guardando lo schermo del test di gravidanza, quei minuti che sembravano infiniti e poi il risultato “INCINTA 3+”. Non potevo credere ai miei occhi, sono rimasta pietrificata per qualche secondo e avrò ripetuto “non ci credo” almeno cento volte! (avremo modo di parlare del perché, così capirete meglio) Poi ho iniziato a tremare e a piangere. Ininterrottamente. Che felicità!! Così felice che avrei voluto urlarlo al Mondo in quel preciso istante!! Così felice che voglio rendere partecipi anche voi di questo bellissimo momento e beh, poi quando senti battere il suo cuoricino per la prima volta, si ferma il tempo... grazie vita, GRAZIE PER AVERMI FATTO PROVARE QUESTA GRANDE EMOZIONE”.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Un post di una bellezza e di una commozione disarmanti, che provano quanto Paola Turani e suo marito Riccardo abbiano cercato e voluto questo figlio. Un argomento ricorso spesso nei suoi post su Instagram, a cui lo scorso aprile aveva affidato uno sfogo personale contro le insistenti e “inopportune” richieste di quanti, senza alcun tatto, le domandavano se non fosse il momento di smettere di prendere in casa cani e mettersi di impegno per fare un bambino. Parole crudeli pronunciate senza pensare a quanto potessero ogni volta far soffrire Paola. "È frustrante leggere continuamente decine e decine di messaggi di questo tipo. Fate male" aveva ammesso, invitando tutti a fare un esame di coscienza.

"Ci sono coppie che hanno dei problemi e stanno intraprendendo un percorso delicato tra visite/ospedali/cure ecc. e il loro silenzio va rispettato; ci sono poi coppie che purtroppo non potranno mai avere dei figli propri e voi siete insistenti, sfacciate e irrispettose facendo così" aveva scritto, stanca di sentirsi costantemente sotto la pressione della maternità. Qualsiasi siano le ragioni che portino una coppia a non avere figli, ogni scelta va rispettata perché personale e spesso sofferta. La modella, che ora è felice di poter finalmente allargare il suo nido, ha promesso che in futuro potrebbe forse affrontare anche questo argomento con i suoi follower. Se e quando se la sentirà, noi ci saremo ad ascoltarla. Nel frattempo continuiamo a rispettare il suo silenzio.