Paola Turani parla con coraggio delle fatiche di essere incinta che è felicità certo, ma non solo

Di Redazione Digital
·3 minuto per la lettura
Photo credit: NurPhoto - Getty Images
Photo credit: NurPhoto - Getty Images

L'avevamo lasciata con il lieto - quanto inaspettato - annuncio della sua gravidanza e la promessa che ci avrebbe aggiornato passo passo sugli sviluppi del suo pancino. Ecco allora che dopo un lungo e commuovente video dedicato alla sua storia di infertilità e al piccolo grande miracolo che l'ha portata a rimanere incinta naturalmente, Paola Turani ha deciso di mostrarsi senza trucchi e senza filtri e svelare il disagio che una gravidanza porta con sé. "'Vedrai che dopo i primi tre mesi passa tutto!', dicevano. E invece qualcosa mi dice che queste nausee le porterò avanti fino alla fine! Sono all’inizio del quinto mese e ancora ne soffro" scrive la modella, che in un lungo post non nasconde quanto sia faticoso e accidentato il percorso per diventare mamma.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

"Tutto sommato però meglio rispetto agli inizi, anzi, molto meglio! Ho iniziato con le nausee accompagnate al vomito intorno alla sesta settimana e fino alla quattordicesima sono stata parecchio male fino a perdere purtroppo qualche kg. Non avevo appetito e quando mangiavo difficilmente riuscivo a non correre in bagno, credo di aver passato intere giornate tra letto e divano senza forze. Pure l’acqua, ad un certo punto, mi faceva venire la nausea". Paola Turani ammette di aver provato di tutto, dai cibi secchi all'acqua in abbondanza fuori dai pasti, seguendo rimedi e consigli di tutti, ma nulla. "Solo il Santissimo Nuperal più o meno mi allevia la sensazione di malessere. Ricordo i terribili viaggi in macchina le mattine appena sveglia con Gnomo sempre accanto a me o le notti in cui Ricky mi abbracciava tranquillizzandomi. Avrei preferito stare bene, sì, lo ammetto. Ma ero comunque felice, felice perché stava andando tutto bene, tu crescevi dentro di me e questo mi bastava".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

"Quindi quando mi chiedete come è stato l’inizio della mia gravidanza... ecco una carrellata di foto 'Instagram verità' che descrivono alcuni di quei momenti. Ma voi mi raccomando ricordatemi come quando sono bella truccata e pettina durante gli shooting, grazie" scrive l'influencer che negli scatti pubblicati appare felice sì, ma provata. Occhi pesti dal sonno, capelli arruffati, qua e là qualche lacrima sul viso arrossato. Foto immortalate per "documentare" con naturalezza e sincerità le fatiche che accompagnano le donne nei primi mesi di gravidanza. Momenti di cui nessuno tende a parlare, preferendo mostrare solo le gioie del pancione, come se la sofferenza, i dolori, la nausea, l'insonnia fossero da dissimulare, nascondere, annullare. Come se alle donne fosse chiesto di raccontare sempre e solo il lato felice della maternità.


Dopo anni di silenzi e non-detti in cui la modella ha dovuto tacere sulla propria storia di infertilità, Paola ha accettato di parlarne in un commuovente video per fare breccia nel muro dell'indifferenza e del pregiudizio e far sentire la propria vicinanza a tutte le donne che ne soffrono, ma ancora non lo sanno o hanno paura di sentirsi sbagliate, imperfette, incomplete di fronte a domande indiscrete o battute inopportune di chi le vorrebbe madri entro i 30 anni. La rinascita di Paola Turani passa anche attraverso il doloroso racconto dei difficili anni trascorsi ed è il fiore più bello di questa primavera.