Perché i bambini hanno paura della scuola e cosa fare

·4 minuto per la lettura
Paura della scuola
Paura della scuola

La paura della scuola è un fenomeno assolutamente normale. Ammettiamolo: il cambiamento è difficile per tutti noi. Ricordate il nervosismo la sera prima di iniziare un nuovo lavoro? Ecco come può sentirsi vostro figlio quando va alla scuola elementare. “I bambini si preoccupano delle stesse cose che fanno gli adulti”, dice John Dacey, uno psicologo dello sviluppo di Lexington. Il vostro bambino delle elementari può sapere esattamente di cosa ha paura – andare sullo scuolabus per la prima volta o il bullo che gli ha rubato i biscotti l’anno scorso – o può semplicemente sentirsi ansioso o teso senza essere in grado di dirvi perché.

In entrambi i casi, alcune semplici strategie lo aiuteranno a sentirsi più a suo agio con i cambiamenti in arrivo:

Fatelo parlare. Incoraggiate vostro figlio ad aprirsi su ciò che lo preoccupa. Potete dare l’esempio riferendogli delicatamente le vostre paure passate: “Quando ero a scuola, mi preoccupavo che nessuno si sedesse accanto a me all’ora di pranzo”.

Non minimizzate i suoi sentimenti. È naturale voler confortare vostro figlio dicendogli: “Non preoccuparti, ti farai molti amici”. Ma questo può ritorcersi contro di lui, facendogli sentire che non capite la profondità della sua ansia. Piuttosto, fategli sapere che siete comprensivi. “Fa paura iniziare qualcosa di nuovo, vero?” potreste dire. “Come potremmo renderlo più facile?” E, naturalmente, non date mai a vostro figlio l’impressione che pensiate che le sue preoccupazioni siano sciocche o banali.

Non date direttive. Poiché i bambini delle elementari possono essere resistenti ai suggerimenti dei genitori, parlate delle soluzioni in termini di voi stessi: “Quando sto per incontrare una nuova persona, mi esercito su quello che dirò davanti allo specchio”.

Lasciate che sia lui a prendere l’iniziativa. Coinvolgete il vostro bambino il più possibile nella ricerca di modi per affrontare le sue paure. Dopotutto, è più probabile che provi una strategia che ha pensato – almeno in parte – da solo. Piuttosto che fare domande aperte su come potrebbe risolvere il suo dilemma, date alcuni suggerimenti e chiedetegli quale pensa possa funzionare meglio.

Le paure scolastiche più comuni e come alleviarle

Perdersi

“E se mi perdo?” Iniziare una nuova scuola fa paura, e anche il cambiamento da una classe all’altra può essere intimidatorio per i bambini di questa età – a volte per ragioni che potrebbero non esservi venute in mente. “Mia figlia continuava a dire che aveva paura di perdersi”, dice una mamma di un bambino di seconda elementare. “Non riuscivo a capire perché fosse turbata, visto che è già stata in questa scuola per due anni. Alla fine mi ha detto che aveva paura che la sua nuova stanza fosse troppo lontana dal bagno e che non ce l’avrebbe fatta!”

Paura della scuola bambino
Paura della scuola bambino

Altri bambini sono nervosi per il passaggio da un parco giochi separato dell’asilo al cortile principale della scuola, o per il fatto che la loro nuova classe si trovasse in un’ala diversa dell’edificio. Fortunatamente, le preoccupazioni per gli aspetti fisici della scuola sono relativamente facili da risolvere. Prima dell’inizio della scuola, portate vostro figlio nel cortile della scuola un paio di volte per giocare o per andare in bicicletta, in modo che diventi un ambiente familiare in cui si senta sicuro e responsabile.

Anche i bambini più grandi possono beneficiare di un mini-orientamento. Visitate la scuola per un tour non ufficiale qualche giorno prima della fine delle vacanze estive, quando gli insegnanti stanno preparando le loro classi. Fate percorrere a vostro figlio i tragitti che farà da un posto all’altro, assicurandovi di individuare i bagni, la fontanella, la biblioteca, l’ufficio, la postazione dell’infermiera e qualsiasi altro posto che vostro figlio voglia controllare.

L’autobus

“Come ci arriverò?” A meno che non siate in grado di andare a piedi o di accompagnare vostro figlio a scuola ogni giorno, per arrivarci sarà probabilmente necessario prendere lo scuolabus. Per alcuni bambini, queste disposizioni sono spaventose semplicemente perché sono nuove. Per altri, specialmente i bambini timidi, sono i problemi di relazione sollevati da queste situazioni che fanno venire il voltastomaco. Se il vostro bambino prenderà l’autobus per la prima volta, vedete se potete visitare il piazzale degli autobus e dare un’occhiata all’interno di uno di essi – chissà, potreste anche incontrare un autista amichevole o due.

Inoltre, se il vostro programma lo permette, considerate di andare sull’autobus con vostro figlio il primo giorno o due di scuola. Se non potete essere presenti, cercate di scoprire quali dei suoi amici viaggeranno sullo stesso autobus, o contattate un bambino più grande per essere un “compagno di autobus”. Sapere che avrà qualcuno con cui sedersi può fare la differenza.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli