Perché nei negozi GrandVision si paga il doppio rispetto all’acquisto sul sito?

Dailies

Tutto è cominciato quando ho finito le mie lentine. Per anni, sin da quando l’ottico mi ha detto che ho un misto di miopia e astigmatismo, ho comprato confezioni da 30 lenti a contatto alla fine di ogni mese. Avendo provato un po’ di modelli diversi, col tempo ho avuto modo di conoscere varie marche del settore.

GrandVision: perché nei negozi si paga il doppio

L’unica cosa che non conoscevo era lo shopping di lenti a contatto online. Lo so, al giorno d’oggi sembra un approccio fuori dal tempo, ma sono tra quelli che ancora preferisce andare in un negozio fisico, parlare con una persona reale e andarsene con il prodotto richiesto. Eppure, persino io ho notato che l’universo degli acquisti online sta prendendo sempre più piede anche in settori a cui non avevo mai pensato, come quello della cura degli occhi. Quando ho capito questo, le cose si sono fatte complicate per me.

In un pomeriggio di dicembre ho contattato un negozio GrandVision, nota catena di negozi di ottica. Stavo facendo un po’ di calcoli sulle mie finanze in vista delle spese natalizie e li ho chiamati per sapere quale prezzo aspettarmi per le mie lenti a contatto. All’inizio della chiamata la persona con cui ho parlato era molto gentile e disponibile, ma poi il tono di voce è cambiato quando ho chiesto il prezzo delle lenti. “Mi spiace, non parliamo di prezzi al telefono”, ha detto l’operatrice con tono misterioso. Ho chiesto il motivo più volte (dopo tutto voglio comprare le lenti a contatto, non la tessera per entrare in una società segreta) ma ho ottenuto solo risposte evasive. Ho chiamato un altro negozio, pensando che forse avevo solo trovato un’operatrice particolarmente testarda, ma ho ottenuto la stessa risposta. L’unica cosa che ho capito è che se ordinavo online potevo andare a ritirare l’ordine in negozio. Mi sono subito chiesto: questa cosa ha senso?

Con una certa perplessità, sono andato sul sito di GrandVision per capirci qualcosa. La prima cosa che ha attirato la mia attenzione è stato il banner che diceva che i prezzi online sono più economici del 25% rispetto al negozio. Ho pensato, “OK, immagino sia un buon modo per promuovere il loro negozio online lanciato da poco”. Ma quello che ho trovato è stato molto più sconcertante: la differenza effettiva tra i prezzi di GrandVision online e offline è più simile al 50%. Siccome ho familiarità con alcuni dei loro prezzi in negozio, so che ad esempio le lenti 1 Day Acuvue Moist costano 22,99€ in negozio. Immaginate lo stupore quando me le sono ritrovate sul sito a 14,99 €. Altro esempio: le 1 Day Acuvue Oasys, che costano 30,99€ in negozio, sono disponibili a 20,89€ online. Ma la differenza più notevole, che è anche il motivo per cui ho deciso di condividere la mia storia, è nel prezzo delle Dailies AquaComfort Plus: 22€ del negozio contro 10,89€ sul sito. Meno della metà del prezzo! Dallo stesso rivenditore! Mi sono subito chiesto: quale sarà il futuro dei loro negozi?

granvision

Sì, fare acquisti online è senz’altro comodo e facile, ed è vero che spesso si risparmia un po’. Ma per me, e molti altri come me, il futuro dovrebbe essere omnicanale: dovrei essere ancora in grado di entrare in un negozio di ottica e parlare della mia prescrizione e dei prezzi delle mie lenti con uno specialista. I negozi non dovrebbero diventare solo punti di ritiro: mi sembra assurdo che un negozio fisico proponga le mie lenti a contatto al doppio del prezzo a cui le posso avere online, tra l’altro dal medesimo venditore, spingendomi a stare a casa per ordinarle e poi andare al negozio per ritirarle.

Con i negozi fisici che fanno fatica a competere con i loro concorrenti online, non ha senso per un rivenditore come GrandVision spingere questa tendenza ulteriormente attraverso i suoi 287* negozi in Italia. La differenza di prezzo offline-online è così drastica da togliere ogni dubbio su dove sia meglio acquistare. Questa mancanza di trasparenza (confermata dal fatto che ho dovuto attivare un’improvvisa modalità Sherlock Holmes per scoprire quanto costerebbero le mie lentine) mortifica qualsiasi fiducia riposta dai clienti. Tra l’altro, evidenzia la convenienza e il vantaggio di acquistare online su altri negozi specializzati che sono ancora più economici di GrandVision. Così facendo, il rischio è che i clienti fedeli ai negozi fisici, come me, scelgano di acquistare online o, peggio ancora, di andare da un concorrente.

Per concludere: la battaglia tra offline e online è brutale, lo sappiamo tutti. Ma il fatto che un’azienda possa eliminare i propri negozi per favorire il proprio mercato online, senza apparente strategia chiara, è preoccupante. Perché un’azienda grande come GrandVision dovrebbe ridurre i propri prezzi così drasticamente da spingere le persone ad andare online, rendendo i propri negozi ridondanti? La strategia di spingere le persone a comprare le lenti a contatto online suggerisce l’intenzione di lungo termine di concentrarsi sul mondo degli acquisti su internet, dominato da Amazon. C’è da chiedersi: cosa riserva il futuro per i circa 7.000** negozi GrandVision, se l’azienda continua a suggerire ai propri clienti di acquistare online?

*Secondo il report annuale di GrandVision

** Numero di negozi GrandVision a livello globale menzionati su GrandVision.com