"Perché monitorare i primi 5-10 giorni dei sintomi Covid è importante": la guida del Nyt

Adalgisa Marrocco
·Contributor HuffPost Italia
·1 minuto per la lettura
Close-up of patient using pulse oxymeter, Brussels, Belgium (Photo: © Santiago Urquijo via Getty Images)
Close-up of patient using pulse oxymeter, Brussels, Belgium (Photo: © Santiago Urquijo via Getty Images)

Quanti giorni fa hai iniziato ad avvertire i sintomi del Covid-19? Questa la domanda da tenere a mente, secondo un approfondimento del New York Times. Nell’articolo, la giornalista Tara Parker-Pope raccoglie l’opinione di diversi esperti e sottolinea che “annotare sul calendario il primo segno di malattia e controllare i livelli di febbre e ossigeno sono passaggi cruciali nel monitoraggio dell’infezione da coronavirus”.

Il Covid-19, infatti, può presentare una vasta gamma di sintomi ma “quando diventa serio” - si legge sul Nyt - “spesso segue uno schema coerente”. Sebbene ogni paziente rappresenti un caso a sé stante, scrive Parker-Pope, “i medici affermano che il periodo che va dal quinto al decimo giorno di malattia rappresentano spesso quello più preoccupante per le complicanze respiratorie”, in particolar modo per i pazienti più anziani e per quelli che presentano ipertensione, obesità o diabete.

Per quanto riguarda i soggetti più giovani, invece, l’articolo del Nyt afferma che “Ie complicazioni possono insorgere un po’ più avanti, fino al periodo che va dal decimo al dodicesimo giorno”. “La maggior parte delle persone che raggiungono il giorno 14 senza alcun sintomo preoccupante sono probabilmente sulla strada del recupero”, si legge ancora.

L’approfondimento del Nyt prosegue con uno schema della sequenza temporale che i sintomi di Covid possono seguire, specificando però che si tratta di “una guida generale” e che “i sintomi possono comparire in qualsiasi momento”, perciò è sempre importante ascoltare “il proprio corpo e consultare un medico per avere indicazioni specifiche”.

Giorni da 1 a 3
″I primi sintomi di Covid-19 variano ampiamente. Possono iniziare con pizzicore alla gola, tosse, febbre, mal di testa, mancanza di fiato o leggera pression...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.