I personaggi femminili di The Mandalorian seconda stagione spengono le polemiche sulle quote rosa

Di Letizia Rogolino
·5 minuto per la lettura
Photo credit: Justin Lubin
Photo credit: Justin Lubin

From ELLE

La prima stagione di The Mandalorian aveva provocato il malcontento di una parte del pubblico femminile, per la scarsità di quote rosa nel casting della serie. Poche comparse donne coinvolte e poche battute da pronunciare per i pochi personaggi femminili previsti dalla sceneggiatura.

Ma la seconda stagione, tutt’ora in corso su Disney+ che terminerà il 18 Dicembre con l’ultimo episodio, ha sicuramente riequilibrato la situazione, dando spazio a numerosi personaggi femminili molto ben caratterizzati, con personalità carismatiche, una presenza scenica intrigante e, soprattutto, una notevole rilevanza narrativa. Il Mandaloriano e il Bambino, noto ormai con il nome di Grogu, sono sempre i protagonisti indiscussi della serie ambientata nell’Universo di Star Wars, ma sulla loro strada hanno incontrato guerrieri determinati e combattivi, creature bizzarre e personaggi fonte di ispirazione.

Pertanto conosciamo meglio i personaggi femminili che hanno lasciato il segno in questa seconda stagione, tra piacevoli ritorni e curiose new entry. (SPOILER)

L’ARMAIOLA

Sotto il misterioso casco dorato si nasconde Emily Swallow che interpreta l’Armaiola, il capo di una tribù di guerrieri mandaloriani con base nel sistema fognario sotto la città di Nevarro. Non appare molto spesso tra la prima e la seconda stagione, ma la sua presenza è fondamentale per l’eroe protagonista. È lei che incarica Mando di proteggere il Bambino e riunirlo con la sua specie, come una sorta di Q per James Bond.

Come una sorta di guida spiritale e mentore del Mandaloriano, forgia e prepara la sua armatura con le più nuove tecnologie e gli fornisce le armi per affrontare la sua missione al meglio. Questo personaggio è ispirato ai film del grande Kurosawa e all’antica storia dei samurai, mentre le sue arti del combattimento riprendono l’arte marziale filippina conosciuta come Kali.

CARA DUNE

Gina Carano interpreta Cara Dune, un ex soldato d’assalto ribelle diventata una mercenaria dopo la caduta dell’Impero. Originaria di Alderaan, si presenta come una guerriera qualificata e, dopo il suo primo incontro con il Mandaloriano nella prima stagione, diventa una presenza indispensabile della serie e una spalla per il protagonista.

Essi si incontrano per la prima volta sul pianeta Sorgan dove lei sta annegando i dolori in un bar. Stringono in breve la loro alleanza per proteggere il villaggio locale dai predoni e iniziano la loro avventura scortando il Bambino nella galassia. È una donna forte e indipendente e Jon Favreau, creatore della serie, ha pensato a Gina Carano fin da subito. E l’attrice ha dichiarato spesso quanto sia grata a questo’ultimo per non aver tenuto conto del suo aspetto robusto e “poco femminile” secondo gli standard di Hollywood che spesso l’ha ignorata per questo motivo.

Photo credit: Francois Duhamel
Photo credit: Francois Duhamel

LA SIGNORA RANA

Attraverso il meccanico Peli Motto (Amy Sedaris) e un alieno denominato Dr. Mandible, Mando riceve una nuova pista nella sua ricerca per trovare i Mandaloriani sopravvissuti. A quanto pare, c'è un alieno su Trask che li ha visti. Per ottenere le informazioni di cui ha bisogno, Mando deve portare la moglie di questo alieno a Trask. Si tratta della Signora Rana, una creatura femminile dall’aspetto anfibio che porta con sé un contenitore in cui galleggiano le sue uova. Mando deve darle un passaggio, ma non è semplice comunicare con lei perchè usa un altro linguaggio e deve ricorrere al vocabolario Q9-0 per farsi capire.

All’interno della maschera si nasconde Misty Rosas. Il Bambino è molto goloso delle uova di questa creatura che viaggia con loro per un po’ di tempo. La sua specie può vivere bene sia in acqua che sulla terraferma, infatti nella serie la Signora Rana vive a terra, ma durante il viaggio sembra ringiovanita e rilassata quando trascorre nel tempo in una sorgente termale. Si muove veloce anche su quattro zampe se la situazione lo richiede e ha una lingua appiccicosa simile a una frusta che può usare per attaccarsi rapidamente agli oggetti.

ASHOKA TANO

L’episodio della seconda stagione in cui appare questo personaggio interpretato da Rosario Dawson è uno dei migliori, o perlomeno il più apprezzato dai fan di Star Wars. Ashoka Tano è un personaggio apparso per la prima volta nel 2008 in Star Wars: The Clone Wars, film prequel che ha dato il via alla serie animata di George Lucas e Dave Filoni, ed è stata presentata come padawan di Anakin Skywalker. Nel corso della serie poi è diventata un potente jedi che ha aiutato a liberare Mandalore e ha combattuto valorosamente contro gli eserciti separatisti in tutto il cosmo.

Photo credit: Disney
Photo credit: Disney

Ashoka Tano è stata citata in un episodio di The Mandalorian nei discorsi di Bo-Katan, sorella della duchessa Satine che voleva sottomettere i modi bellicosi dei Mandaloriani e portare la pace sul pianeta. Quest’ultima si ribellò formando il gruppo ribelle Death Watch che divenne poi Night Owls, quando Darth Maul prese il controllo del pianeta. Tano ha aiutato a liberare il pianeta consentendo il trasferimento della Darksaber a Bo-Katan. Le due sono rimaste in contatto e potrebbero collaborare di nuovo insieme, magari per addestrare Grogu come Jedi o per riportarlo alla sua specie, o altro.

Senza dubbio colpisce il look di questa creatura, accattivante e colorato, e Dawson è perfettamente in parte, rubando la scena a tutti gli altri protagonisti. Sembra molto in sintonia con Grogu ed è l’unica che riesce a comunicare con lui per quello che abbiamo visto fino a oggi nella serie.

FENNEC SHAND

Interpretata da Ming-Na Wen che ritroviamo in questi giorni anche in Mulan su Disney+ Fennec Shand è una spietata cacciatrice di taglie che torna nella seconda stagione di The Mandalorian in compagnia di Bobba Fett. Si dice che abbia lavorato con molte organizzazioni criminali, tra cui gli Hutt.

Nella prima stagione sembrava aver fatto una brutta fine: il suo corpo appariva senza vita, ma poi era avvicinato da una figura che indossava un mantello e degli speroni familiari di un altro iconico cacciatore di taglie di Star Wars: Boba Fett. E, infatti, la seconda stagione ci conferma questo incontro e questa apparente alleanza, con grande sorpresa di Mando. Un personaggio ambiguo, tra bene e male, a seconda delle circostanze.