Pesce sicuro in gravidanza: quale si può mangiare?

Pesce sicuro in gravidanza
Pesce sicuro in gravidanza

Dal momento in cui si scopre di essere incinta, si viene bombardati di cose che non si possono fare: mangiare pesce sicuro in gravidanza diventa una delle preoccupazioni principali. Dal non potersi concedere il doppio espresso quotidiano all’evitare certe attività, può essere opprimente stabilire cosa si può fare davvero.

Una delle cose più importanti per le donne incinte è la dieta. I medici, gli amici e internet vi diranno che dovreste evitare certe cose, e le loro opinioni spesso si contraddicono. Una delle contraddizioni più significative sull’alimentazione riguarda spesso i frutti di mare. Questi ultimi fanno bene e le vitamine contenute nel pesce sono necessarie per una gravidanza sana. Tuttavia, mangiare il pesce sbagliato può causare effetti spaventosi a lungo termine. Quindi, quali sono i pesci sicuri durante la gravidanza?

Pesce sicuro in gravidanza: opzioni buone e cattive

I grandi no

Ci sono molte opinioni “dubbie” quando si parla di pesce. Si può mangiare il tonno in scatola? Si può mangiare il pesce fritto? Mentre alcuni medici vi diranno di no, altri vi diranno di farlo. Ecco alcune regole relative al pesce su cui tutti i medici sono d’accordo.

  • Evitare il pesce crudo come il sushi, in particolare il tonno.

  • Evitate completamente il pesce tegola, lo sgombro reale, il pesce spada, il marlin, lo squalo, il tonno obeso e il pesce specchio d’arancia!

  • Limitare l’assunzione di pesce ad alto contenuto di mercurio (si tratta del tonno bianco in scatola!) a una porzione alla settimana.

  • Assicuratevi sempre che il pesce che state mangiando provenga da una fonte affidabile. Tuttavia, anche i fast food possono andare bene. I loro frutti di mare sono solitamente molto cotti (cioè fritti) e preparati con pesce a basso contenuto di mercurio.

Pesce sicuro in gravidanza dieta
Pesce sicuro in gravidanza dieta

Pesce sicuro in gravidanza

Prima di tutto, è importante sottolineare che il pesce fa bene! Ecco i pesci buoni che dovreste integrare nella vostra dieta.

  • Salmone: Il salmone è un’eccellente fonte di omega-3 e un’ottima aggiunta alla vostra dieta, oltre a poter migliorare il vostro umore. Aggiungetelo all’insalata, grigliatelo a casa con un contorno di verdure o preparate un’insalata di salmone fatta in casa se avete voglia di qualcosa di freddo.

  • I gamberetti sono un ottimo modo per integrare i frutti di mare nella vostra dieta, soprattutto nei primi mesi, quando tutto ciò che sa di pesce può mandare in tilt i vostri sensi. Aggiungete i gamberi a un piatto di pasta o ordinateli come antipasto per ottenere maggiori nutrienti.

  • Tilapia: Un altro ottimo pesce da consumare è la tilapia. Presente in quasi tutti i menu dei ristoranti (e spesso utilizzata per preparare i panini con il pesce), la tilapia è un’altra buona e leggera opzione per coloro che possono avere un’avversione per i pesci più forti come il salmone.

Oltre a questi, le donne dovrebbero consumare anche branzino, pesce gatto, merluzzo, aragosta, passera di mare, capesante, aringa, coregone e pollock.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli