Picchiata per la quinta volta perché lesbica: 20enne pubblica le foto

Charlie Graham

Una notizia che fa rabbrividire, una giovane 20enne è stata picchiata per la quinta volta perché lesbica. Ma lei non ci sta e denuncia sui social l’ultima aggressione pubblicando anche le foto del suo corpo insanguinato.

Picchiata per la quinta volta perché lesbica

Il suo nome è Charlie Graham e con grande forza e coraggio ha raccontato sui social l’ultima aggressione che ha subito nella città di Sunderland. L’ultimo episodio è avvenuto sabato 11 gennaio, quando la giovane stava raggiungendo un amico. Sulla strada è stata presa a pugni e lasciata a terra sanguinante perché lesbica.

“Per tutti coloro che si sono preoccupati, sto molto meglio. Sento molto dolore ma ci sto provando, grazie mille per tutto – scrive sui social Charlie Graham -. Mi hanno colpita da dietro con un pugno alla nuca, poi sono finita a terra ferendomi le gambe e il viso. Ho provato a rialzarmi, ma mi hanno spinto nuovamente a terra e i due ragazzi sono scappati. Sono stata lasciata lì, sanguinante e spaventata”. Le forze dell’ordine inglesi stanno trattando il caso come un crimine d’odio.

La situazione ha portato la ragazza a soffrire di attacchi di panico e ad avere paura di uscire anche solamente di casa temendo di poter essere aggredita ancora: “Ho attacchi di panico e ansia al solo pensiero che tornando a casa possano scoprire dove vivo e decidere di entrare – racconta -. È molto importante per me che le foto siano condivise. Le persone devono sapere che c’è gente là fuori pronta ad attaccarti per qualunque motivo, che si tratti della tua sessualità, del colore della tua pelle, per come cammini o ti vesti”.

A dicembre un altro caso simile era avvenuto in Russia.