Pierluigi Diaco su BellaMa': «Un talent di parola»

Pierluigi Diaco sta scaldando i motori per il suo «BellaMa'».

L'atteso talent approderà su Rai 2 il 12 settembre, ma dal 15 agosto alle 14, verrà anticipato da pillole quotidiane di cinque minuti che ne raccontano l’iter dei provini.

«La volontà è quella di prendere il meglio di quel che abbiamo trovato sui social, persone creative che lì hanno sviluppato delle idee, denudandole dall’essere solo un profilo e restituendo loro un’identità di persone», spiega Diaco a Il Corriere della Sera.

«Per i ragazzi è tutto naturale, ma trovo sia una novità non da poco che ci siano dei boomer capaci di usare i social per inventarsi un nuovo lavoro o raccontare le proprie passioni», prosegue il giornalista confessando che dei circa 500 aspiranti concorrenti che ha visto ai provini, a stupirlo sono stati proprio i non nativi digitali.

Ai 20 selezionati per «BellaMa’» (la più grande avrà 87 anni) sarà chiesto di misurarsi «con l’eloquio, la capacità di ascolto e di confronto», in quello che Diaco descrive come «un talent di parola». Ogni giorno, dopo la puntata, il giovane e lo sfidante boomer avranno dei compiti da realizzare attraverso i social, ma in trasmissione verranno requisiti tutti i telefonini «per passare un’ora e 45 fuori da questo meccanismo».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli