«Pinocchio» di Guillermo Del Toro sarà ambientato durante il Fascismo

·1 minuto per la lettura

Il nuovo «Pinocchio» di Guillermo Del Toro sarà ambientato nell’Italia di Mussolini.

Ad anticipare alcuni temi della pellicola è stato Ron Perlman, che nel film interpreterà il Mangiafuoco, personaggio favorevole alla dittatura fascista e che cercherà di avvicinare Pinocchio alla sua causa politica. Se la Disney ha interpretato questo concetto in un modo adatto ai bambini, sembra che Del Toro abbia intenzione di innestarlo all’interno dell’intero film.

«Ebbene, il Pinocchio di Guillermo è ambientato nell'Italia di Mussolini, uno sfondo fascista. L'idea alla base del film è che Pinocchio è il soldato perfetto perché non è umano. Quindi non mette mai in discussione gli ordini. Non ha paure. È invulnerabile. È tutto ciò che il soldato perfetto deve essere», ha dichiarato Perlman alla rivista Inverse.

A interpretare il Burattino nato dalla penna di Collodi è Gregory Mann, mentre Ewan McGregor è il Grillo Parlante, Tilda Swinton è la Fatina, Christoph Waltz interpreta il Gatto e la Volpe, Cate Blanchett è la Colomba, Finn Wolfhard interpreta Lucignolo e David Bradley è Geppetto.

«Pinocchio» approderà su Netflix nell'autunno 2022.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli