Pinterest bandisce le pubblicità che incitano alla perdita di peso, ed è un'ottima notizia

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Taras Grebinets - Getty Images
Photo credit: Taras Grebinets - Getty Images

Nella perpetua lotta che ogni estate si rinnova contro specchi, bilance e vestiti che all'improvviso scopriamo essere fuori misura e non sappiamo spiegarcene la ragione – quando la lampo non vuole "né scendere né salire" –, ci ricordiamo quanto sia difficile riacquistare il peso forma in vista della temutissima prova costume. È in quel momento di consapevolezza che diete miracolose e creme rassodanti blandiscono la nostra vanità e, promettendoci risultati immediati, diventano i nostri elisir di bellezza. O almeno così crediamo. Su molte donne, invece, spot che inneggiano alla perdita di peso come a un obiettivo da raggiungere a ogni costo trasmettono un senso di forte frustrazione, che può indurre a insicurezze e timori. Se ne è accorto anche Pinterest, che dall'1 luglio ha deciso di bandire tutte le pubblicità che parlano di perdita di peso, con riferimenti all'indice di massa corporea o che "idealizzano o denigrano" alcuni tipi di corpo.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Una vera rivoluzione per un social così "visual", basato sulla condivisione di foto, video e immagini. "In tutto il mondo persone di ogni età stanno affrontando le difficoltà relative all'immagine del proprio corpo e alla propria salute mentale, in particolare in questo momento che stiamo uscendo dal Covid-19 ed entriamo nel vivo della stagione estiva – scrive Pinterest, riportando uno studio della National Eating Disorders Association (Neda), secondo cui c'è stato un forte aumento delle abitudini alimentari malsane e dei disturbi alimentari nei giovani dall'inizio della pandemia –. Molti ora sentono una pressione maggiore mentre cercano di riappropriarsi delle proprie abitudini sociali per la prima volta dopo 15 mesi. [Per questo] stiamo dando la possibilità ai 'Pinners' di pianificare un'estate senza pubblicità sulla perdita di peso, così che si possano concentrare su ciò che conta di più".

Photo credit: Pete Saloutos - Getty Images
Photo credit: Pete Saloutos - Getty Images

È la prima volta che un social media promuove in modo così deciso la body posivity e l'iniziativa ha già raccolto il plauso della National Eating Disorders Association, una no profit impegnata nella lotta ai disordini alimentari. "Siamo fiduciosi che questa politica globale incoraggerà altre organizzazioni e aziende a riflettere su messaggi pubblicitari potenzialmente dannosi e a stabilire le proprie politiche di lavoro che creeranno cambiamenti significativi" – ha dichiarato Elizabeth Thompson, Ceo ad interim di Neda. L'iniziativa di Pinterest, che conta 478 milioni di utenti nel mondo, segue quella di proibire le pubblicità di pillole dimagranti e procedure per il dimagrimento come la liposuzione. Questo cambiamento di rotta da parte dell'azienda consentirà comunque la promozione di stili di vita e abitudini sani o servizi e prodotti per il fitness purché questi non si concentrino sulla perdita di peso. Quest'anno al mare avremo (forse) un problema in meno a cui pensare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli