Pomeriggio Cinque, Karim Capuano: “In coma ho visto Gesù”

Karim Capuano

Ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio Cinque, l’ex tronista, Karim Capuano, ha raccontato quanto è successo dopo un grave incidente stradale avvenuto nell’aprile del 2011.

Le parole di Karim Capuano

L’8 aprile 2011, Karim Capuano ha dovuto fare i conti con un gravissimo incidente stradale, in seguito al quale si credeva non ce l’avrebbe fatta. Due lesioni alla scatola cranica e coma irreversibile, oggi, fortunatamente, l’ex tronista di Uomini e Donne sta bene e può raccontare cosa gli è successo. Ospite di Barbara D’Urso a Pomeriggio Cinque, visibilmente commosso, Karim Capuano ha raccontato quei momenti ammettendo: “Quando rivivo questa cosa è pesante”. Per poi aggiungere: “Io a volte penso, il mio coma era piatto, come ho fatto io ad essere e a vivere veramente su una nuvola con Gesù Cristo e lui mi imboccava? Il mio coma era piatto e non poteva essere un sogno o una sensazione”.

Affermazioni, quelle di Karim Capuano, che hanno scatenato immediatamente una reazione scettica da parte di Alessandro Cecchi Paone, con il noto divulgatore scientifico che ha affermato: “Evidentemente il suo coma non era irreversibile, perché si è svegliato. E durante il coma lei può sognare”. L’ex tronista, quindi, ha ribadito la propria versione: “No, 32 giorni di coma piatto! Allora ci sono cose paranormali che non riusciamo a spiegare. Io credo fortemente che la mia anima, la mia energia, abbia lasciato il mio corpo e sia andata in una situazione parallela dove ho visto queste cose“. Per poi aggiungere: “Gesù? Lo vedevo, mi imboccava!”. Cecchi Paone, però, obietta anche questa affermazione: “Come fai a sapere che quello che hai visto era Gesù?”, con Barbara D’Urso che prontamente interviene affermando: “Evidentemente c’è una versione terrena della sua figura e lui ha visto quella”.