Pop Sondrio punta a 323 million utili in 2025, oltre 550 million dividendi in nuovo piano

Il logo di Banca Popolare di Sondrio a Monza

MILANO (Reuters) - Banca Popolare di Sondrio punta ad un utile netto di 323 milioni nel 2025, con una crescita del 20% rispetto al 2021 e si impegna a distribuire ai propri azionisti nei prossimi quatto anni più di mezzo miliardo di dividendi, con un payout annuo del 50%.

Il nuovo piano industriale 2022-2025 il primo dopo la sua storica trasformazione in Spa alla fine dello scorso, anno si focalizza sulla crescita nel risparmio gestito e nella bancassicurazione, aree considerata ad ampio potenziale di crescita, si legge in una nota.

La redditività caratteristica sarà sostenuta da un margine di interesse in crescita a 667 milioni al 2025, con un Cagr 2021-2025 di +6% e da commissioni nette a 443 milioni, con una crescita media annua del 5,5%

Pop Sondrio stima un significativo incremento del risparmio gestito e della raccolta assicurativa, con Cagr pari rispettivamente a +12,5% e +10,9%.

Sul fronte del derisking l'istituto punta a una riduzione dello stock di Npl di circa il 7% medio annuo grazie sia al workout interno che a ulteriori cessioni di crediti deteriorati per circa 580 milioni complessivi in arco piano.

Il target sull'Npl ratio lordo è del 4,3% al 2023 e al 3,8% nel 2025 rispetto al 5,8% dell'anno scorso, con un costo del rischio a 47 punti base nel 2025 da 43 pb. nel 2021.

Relativamente al capitale il CET 1 ratio a fine piano è visto al 15,6% con un buffer di capitale 'libero' di 350 milioni "da impiegare in arco piano per accelerare la realizzazione delle iniziative di sviluppo individuate, pure tramite operazioni inorganiche, o per far fronte a eventuali inasprimenti repentini dello scenario macroeconomico", dice la nota

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli