Posizioni e consigli per spingere durante il parto

spingere durante il parto
spingere durante il parto

Avete superato il travaglio iniziale, il travaglio attivo e il travaglio di transizione e ora siete pronte per iniziare a spingere durante il parto. Se siete riuscite a superare queste fasi senza assumere farmaci antidolorifici, probabilmente siete super esauste e pronte a far uscire il bambino! Se invece avete fatto l’epidurale, probabilmente vi siete riposate un po’, sentite una pressione sul sedere e siete pronte a spingere. In ogni caso, è il momento del via! È il momento di conoscere il vostro bambino.

Quando è il momento di iniziare a spingere?

Una volta che la cervice è dilatata di 10 cm, che è sottile al 100% e che il vostro bambino è (come minimo) a stazione 0, siete ora quelle che chiamiamo “complete”, e questo è il momento in cui potete iniziare a spingere. Spingere durante il parto in qualsiasi momento prima di raggiungere i 10 cm può rischiare di lacerare la cervice, il che è assolutamente da evitare. Dovete aspettare che l’ostetrica o il medico vi dica che siete “complete” e che la vostra cervice è completamente dilatata ed effettata.

Cosa si può sentire

Quando è il momento di iniziare a spingere (se non avete l’epidurale), sentirete una forte pressione sul sedere e un impulso incontrollabile a spingere. Il vostro corpo inizierà automaticamente a spingere durante il parto quando sarà il momento giusto. La pressione è costante, che si tratti di contrazioni o meno. Sembra quasi che dobbiate fare un grosso movimento intestinale. Non volete pensare al parto come a un movimento intestinale, ma è simile a quello che sentirete, ma più intenso.

Posizioni e consigli su come spingere durante il parto

Come si spinge?

Questa può sembrare una domanda sciocca, perché potreste pensare: “Non è naturale? Il mio corpo non dovrebbe sapere come spingere fuori il mio bambino?”. La risposta è un po’ complicata, perché la risposta è sì e no. È naturale e il vostro corpo spingerà per voi, ma per ottenere spinte efficaci e ridurre i tempi di spinta, è bene sapere come spingere correttamente.

Senza epidurale

Ascoltate il vostro corpo – Se avete bisogno di fermarvi a respirare durante le spinte o di spostarvi in una posizione diversa, fatelo! Di solito i medici vogliono che tratteniate il respiro mentre loro contano lentamente fino a 10 per poi spingere per tutto il tempo. Ma a volte spingere in questo modo può farvi lacerare di più. Se non avete un’epidurale, il vostro corpo vi dirà cosa sta funzionando e cosa no.

scoltate quello che vi dice il vostro corpo e ignorate quello che vi dicono gli altri (a meno che non spingiate troppo a lungo e vogliate ascoltare qualche consiglio). Fare ciò che si sente giusto è il modo migliore di procedere.

come spingere durante il parto
come spingere durante il parto

Usate la gravità – State in piedi! Più sfruttate la gravità a vostro vantaggio, meglio è. È molto più difficile spingere quando si è supini o su un fianco, il che fa sì che si debba spingere più a lungo. Ma se sfruttate la gravità, questa può aiutarvi a spingere durante il parto.

Con l’epidurale

Spingere durante le contrazioni – Non è il caso di sprecare energie e spingere quando non si hanno contrazioni. Le contrazioni stanno già aiutando a spingere il bambino verso il basso, quindi utilizzare questo slancio aiuta a far scendere il bambino. In questo modo le spinte saranno più efficaci.

Spingere con il sedere – Alcune donne iniziano a spingere le gambe in fuori quando spingono, oppure finiscono per trattenere troppo il respiro e spingere con il viso. Questo accade perché dimenticano dove devono concentrarsi quando spingono. Ricordate che l’energia di spinta deve trovarsi nel sedere.

Aprire il bacino – Con l’epidurale, non ci sono molte posizioni di spinta disponibili, ma bisogna assicurarsi di allargare il bacino e farlo aprire il più possibile. Per questo motivo, molte donne tirano le gambe all’indietro mentre spingono per favorire l’apertura del bacino (come se fosse in posizione accovacciata) e permettere al bambino di scendere nel bacino.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli