Un minuto di esercizio ne vale 45: lo dice la scienza

L’estate è ormai alle porte, e sono moltissime le persone che decidono di correre ai ripari iscrivendosi in palestra per allenamenti intensivi in grado di far sparire quegli indesiderati kg di troppo accumulati durante i mesi invernali e nascosti sotto strati su strati di abiti pesanti. Come gli esperti vanno ripetendo ormai da tempo, però, raramente i rimedi last minute sono efficaci per la remise en forme, che solitamente si ottiene attraverso un allenamento costanti che molti non riescono a rispettare, complice una vita frenetica e piena di impegni. E se fino a oggi la scusa per disertare la palestra era proprio la mancanza di tempo, un nuovo studio dimostra che è invece possibile prendersi cura di sé e del proprio corpo anche dedicandovi pochi minuti. Poco più di 10 compresi riscaldamento e stretching, per essere precisi.

Stando a una ricerca firmata dagli studiosi della McMaster Univesity di Hamilton, in Hontario, una sessione di allenamento più breve, ma che alterna picchi di attività ad altri di riposo, garantisce gli stessi risultati di 45 minuti di allenamento costante a bassa intensità. La dimostrazione? Per 12 settimane gli scienziati hanno osservato 27 uomini con uno stile di vista sedentario, suddividendoli in due gruppi: al primo è stato assegnato un workout tradizionale, 45 minuti alla cyclette, con una pedalata a velocità moderata, per tre volte la settimana, preceduti e seguiti rispettivamente da due minuti di riscaldamento e tre di defaticamento; i membri del secondo, invece, si sono sottoposti a un work-out a intensità variabile che comportava tre sessioni da 20 secondi di pedalata intensa (un minuto in totale) alternati a due minuti di pedalata rilassata, sommati a due minuti di riscaldamento e tre di defaticamento, e dunque 12 minuti di allenamento in totale.

Il risultato dopo tre mesi di esperimento? Se dal punto di vista della resistenza è stato il gruppo “tradizionalista”  a migliorare di più, da quello aerobico entrambi i gruppi hanno ottenuto gli stessi risultati, sia in termini di tono muscolare, sia per quanto riguarda i livelli di zucchero nel sangue, regolati dalla produzione di insulina. Il che significa che per ottenere risultati significativi per la silhouette, ma anche per la salute, è sufficiente dedicare all’attività fisica 10 minuti al giorno, a patto di inserire nell’allenamento almeno un minuti ad alta intensità per far aumentare il battito cardiaco e stimolare la circolazione sanguigna e l’ossigenazione dei tessuti. Non resta che indossare le scarpe da ginnastica, e darsi da fare. A partire da ora.