Pressione alta: sintomi, cause, rimedi e cosa mangiare

pressione alta

La pressione alta è un problema di molti. Vediamo insieme come prevenirla e come combatterla partendo dell’alimentazione all’attività fisica. La pressione alta è la pressione arteriosa. Essa si manifesta quando il sangue circola più in fretta e in maggiori quantità rispetto alla normalità; essa inoltre si può verificare frequentemente nella vita di una persona, in particolare dopo i quarant’anni di età. Questo proprio perché il corpo è molto più vulnerabile e con il passare dell’età bisogna stare molto più attenti per prevenirla.

Pressione alta: i sintomi

I sintomi della pressione alta sono in generale collegati a tutto ciò che riguarda il flusso del sangue. In primo luogo quindi abbiamo sicuramente un forte mal di testa che va a essere il primo sintomo di pressione alta. Collegato a questo abbiamo la visione vivida degli oggetti e del mondo che ci circonda. In questo caso le luci ci sembreranno più forti e i colori più accesi. In terzo luogo possiamo avere la sensazione di nausea e perdita di equilibrio; questo proprio perché non riusciamo a controllare più in nostro corpo. Successivamente non si può non menzionare il senso di pesantezza alle gambe e alle braccia. Questi sintomi possono inoltre essere relazionati con dolori intercostali e dolori all’altezza del cuore. Le difficoltà respiratorie poi sono solo l’inizio e i precursori di quello che ci si prospetta con l’arrivo della pressione alta. Nessuno di questi sintomi può essere sottovalutato e lasciato andare senza prendere ulteriori precauzioni e senza sentire un parere medico.

Le cause

Le cause della pressione alta possono essere varie. Al primo posto ci sono gli stress fisici che vanno ad affaticare il corpo. In secondo luogo possiamo avere delle preoccupazioni a livello psicologico che vanno a crearci disagi a livello corporeo. L’ambiente intorno a noi dovrebbe essere privo di stress e agenti nocivi per la persona e per tenere sotto controllo la pressione alta questo è opportuno che accada. Un’ultima causa è poi quella a livello genetico e quindi di predisposizione.

I rimedi

Tra i rimedi più conosciuti e di uso comune abbiamo sicuramente quello di mangiare sano. Evitare infatti tutta una serie di alimenti e bevande tossiche e che provocano la pressione alta è molto consigliato. Un alimento da sostituire per primo quando si parla di pressione alta è sicuramente il caffè: diminuirne la quantità e lo zucchero per renderlo più gustoso al palato è fondamentale. In tal senso si ricorda che il giusto consumo di caffè giornaliero è un massimo di due. In concomitanza al caffè si parla anche della teina e dei the che in genere tendiamo a consumare durante la giornata. Un’alimentazione povera di sale e di zuccheri eccessivi aiuta a contrastare di molto la pressione alta. Bisogna cercare di equilibrare al meglio il nostro organismo per ridurre la comparsa di pressione alta. In modo particolare un rimedio molto efficace è quello di bere tanta acqua: in questo modo si andrà a depurare l’organismo nel suo complesso e quindi la pressione scenderà. L’uso di erbe rilassanti come la camomilla e il timo andrà anche a sostenere l’organismo a rilassarlo e a non farlo volgere in tensione perenne. Infine abbiamo l’attività fisica: essa è il giusto rimedio per questo tipo di problema.

Cosa mangiare con la pressione alta?

Il cibo nel caso della pressione alta può essere un nemico. Bisogna evitare di mangiare tutta una serie di cibi e seguire un’alimentazione sana al fine di stabilizzare la propria pressione. In relazione a ciò bisogna eliminare o ridurre il sale e gli zuccheri. Le prime fonti di zuccheri sono le caramelle e il cioccolato. Per giusta regola bisognerebbe smettere di mangiarli. Altro consiglio è sicuramente quello di mangiare verdure e frutta che contengono vitamine e minerali ma che riducono gli zuccheri. Il fritto è poi del tutto sconsigliato e quindi va evitato per riuscire a mantenere nella norma la propria pressione.