Principe Harry, l’autobiografia che fa tremare la royal family in arrivo a gennaio

La temutissima autobiografia del principe Harry arriverà in libreria il 10 gennaio.

Ad annunciare l’uscita del libro del Duca di Sussex è stata la casa editrice Penguin Random House attraverso una nota, affidata al New York Post.

Originariamente il rilascio del volume era previsto per novembre, ma poi il reale britannico ha scelto di posticiparne l’uscita dopo la morte della Regina Elisabetta.

Si era vociferato persino di una rinuncia alla pubblicazione del libro - scritto con l’aiuto del ghostwriter J. R. Moehringer -, da parte di Harry, in seguito al lutto.

A proposito del suo memoir, il 38enne ha dichiarato che non sarà incentrato «sul principe che sono nato, ma sull’uomo che sono diventato».

«Intima e struggente», così come è stata definita da Penguin Random House, l’opera esplorerà «le esperienze, le avventure, le perdite e le lezioni di vita che hanno forgiato» il principe.

«Ho indossato molti cappelli nel corso degli anni, sia letteralmente, sia figurativamente, e la mia speranza è quella di raccontare la mia storia, gli alti e i bassi, gli errori, le lezioni che ho imparato. Posso dimostrare che non importa da dove proveniamo, tutti noi abbiamo in comune molto più di quello che pensiamo», ha scritto il secondogenito di Carlo e Diana in un’anticipazione.

L’obiettivo per Harry è «fornire un resoconto di prima mano sulla mia vita che sia accurato e del tutto veritiero».

Harry ha raggiunto un accordo da 20 milioni di dollari con la casa editrice a metà 2021, 18 mesi dopo l’addio alla royal family e al trasferimento negli Stati Uniti con la moglie Meghan Markle. Ancora top secret il titolo.