Probiotici per i più piccoli: a cosa servono

·2 minuto per la lettura
probiotici vivi a cosa servono
probiotici vivi a cosa servono

I probiotici, o fermenti lattici, sono batteri che abitano nel nostro intestino, sono buoni, non provocano malattie e anzi lo aiutano a svolgere le sue normali attività. L’intestino di un neonato è sterile, ma poi pian piano viene colonizzato fino a ospitare centinaia di specie di microrganismi, che convivono in perfetta armonia e formano un delicato ecosistema. Fermenti lattici per bambini: i benefici e quando prenderli.

Fermenti lattici per bambini

Rinforzare le difese immunitarie contro le infezioni, favorire l’assorbimento di importanti principi nutritivi come sali minerali e vitamine, stitichezza, diarrea, squilibri della flora batterica sono tutti ottimi motivi per utilizzare i fermenti lattici, per la salute dei bambini.

D’altronde, i fermenti lattici sono tutti quei batteri capaci di digerire il lattosio (zucchero presente nel latte) attraverso un processo di fermentazione. Non tutti i ceppi batterici appartenenti ai cosiddetti fermenti lattici, però, apportano benefici per l’organismo. Infatti, solo i fermenti lattici “vivi” sono quelli in grado di apportare benefici alla flora intestinale. Sono batteri che restano vivi all’interno dell’apparato digerente e colonizzano la mucosa intestinale, facendola diventare più resistente.

I fermenti lattici, in adulti e bambini, sono fondamentali per mantenere un equilibrio intestinale e garantire una migliore salute del nostro organismo. I migliori sono quelli che producono acido lattico in maniera prevalente e altre sostanze in minima parte. Nello specifico, dunque, parliamo di batteri appartenenti ai generi Lactobacillus, Lactococcus, Leuconostoc, Pediococcusm e una specie di Streptococcus.

I benefici dei fermenti lattici per bambini

I benefici dei fermenti lattici vivi per l’organismo sono molteplici; in particolare:

  • hanno una funzione riequilibrante in caso di uso di antibiotici, di alimentazione scorretta con conseguente alterazione della flora intestinale;

  • rafforzano le difese immunitarie intestinali e aumentano la produzione di anticorpi;

  • nutriscono il micobiota intestinale e aiutano le mucose enteriche a far assorbire tutti i nutrienti.

Fermenti lattici per bambini: quando prenderli

I neonati hanno, sin dalla nascita, un’importantissima fonte di fermenti lattici vivi: il latte materno. In età pediatrica, però, la dentizione, possibili infezioni intestinali e terapie antibiotiche potrebbero provocare disturbi digestivi, diarrea, stipsi o indebolire le difese immunitarie. In questi casi l’apporto di fermenti lattici è fondamentale per riequilibrare il funzionamento delle mucose intestinali.

Molte malattie che colpiscono i bambini sono associate alla salute della flora intestinale: l’assunzione di probiotici può essere un valido aiuto contro diversi disturbi gastrointestinali, come la diarrea, la sindrome dell’intestino irritabile e la stitichezza. Per di più, a causa della crescente diffusione della resistenza agli antibiotici e per l’aumentata richiesta di trattamenti naturali in alternativa ai farmaci, l’uso dei probiotici nella pratica clinica si sta evolvendo.

Risulta fondamentale, però, sottolineare che i fermenti lattici si trovano anche in alcuni alimenti fermentati, come lo yogurt, i formaggi fermentati, gli alimenti a base di soia e i cereali fermentati.