Problemi legati all'autismo: le terapie per affrontarli

·2 minuto per la lettura
autismo terapia digitale
autismo terapia digitale

L’Fda ha approvato nel 2020 la prima terapia digitale per il trattamento del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD). Successivamente è stato sviluppato anche questo un trattamento di Digital Therapeutics per combattere l’autismo. Questo genere di terapie consentono infatti di ottenere buoni risultati nel trattamento di malattie complesse come nel caso dello spettro autistico.

Autismo e terapia digitale

La terapia digitale è un trattamento che risulta essere molto utile per trattare il disturbo dell’autismo. Le terapie digitali per funzionare la meglio devono essere inserite in un programma multidimensionale. Il computer è una risorsa molto importante per i bambini e per gli adulti che soffrono di autismo, inoltre sono utili anche per coloro che hanno delle disabilità intellettive o motorie.

Le persone che soffrono di disturbi dello spettro autistico amano rivedere un programma senza variazioni e il computer risulta ottimo in questo, anche di più delle persone. Questi soggetti hanno difficoltà a imparare a scrivere a mano piuttosto che al computer, per tale motivo il pc risulta un grande alleato in questo perchè per comporre le parole basta semplicemente premere dei tasti allo scopo di ottenere delle frasi complete.

Esistono molti programmi che possono facilitare l’apprendimento. Nati per chi soffre di altre difficoltà come la dislessia o la discalculia, questi programmi sono molto utili anche per chi soffre di autismo. Insieme all’utilizzo di farmaci e di trattamenti psicologici, le terapie digitali sono davvero essenziali per poter ottenere risultati in pazienti che soffrono di autismo. Proprio per questo motivo tutti i terapeuti dovrebbero tenere in considerazione queste terapie alternative rispetto a quelle più conosciute e classiche che sono state impiegate fino a questo momento.

Chiaramente per avere tutti i benefici del caso è fondamentale che i terapeuti siano in grado di renderle il più personalizzate possibili per ogni singolo paziente che decidono di trattare in questo modo.