I produttori di armi americani: "In lutto per la strage, ma limitare le armi non è la risposta"

CHANDAN KHANNA / AFP

AGI - "Limitare i diritti fondamentali non è soluzione al male".  A Houston, in Texas, si è aperta la conferenza annuale dell'Nra, la più potente lobby delle armi in Usa. E il direttore esecutivo Wayne LaPierre, che ha inaugurato gli interventi nel centro convention, ha detto, ricordando la strage di martedì scorso nella scuola elementare di Uvalde, nello stesso Stato, che "ogni membro della Nra e ogni americano è in lutto".

"Ma limitare il diritto fondamentale degli americani a difendersi non è la risposta, non lo è mai stata".

Ventuno bellissime vite - ha aggiunto- sono state uccise da questo mostro. Noi abbiamo figli, figlie, e questa tragedia porta inimmaginabili sofferenze a chi si trova ad affrontarle. Ma noi non siamo d'accordo con quello che dice il presidente Biden sul Secondo Emendamento. Ci sono cose che possiamo fare, ma limitare i diritti fondamentali delle persone non è una soluzione al male. Noi dobbiamo proteggere le nostre scuole, le nostre banche, i nostri stadi e i palazzi del governo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli