I profumi di Calvin Klein che hanno segnato la nostra storia

Di Cristina Torlaschi
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Jim Smeal - Getty Images
Photo credit: Jim Smeal - Getty Images

From Marie Claire

Happy birthday, Calvin Klein! Lo festeggiamo con un throwback olfattivo, perché lo stilista è stato uno dei primi ad avere ingaggiato celebri fotografi come Steven Meisel, Inez & Vinoodh, Peter Lindbergh, Richard Avedon, Glen Luchford per indimenticabili campagne stampa di profumi che hanno segnato eventi personali e movimenti collettivi. Nel 1988 Christy Turlington è stata scelta per interpretare Eternity, creato in occasione delle nozze di Calvin con Kelly Rector. Il nome del profumo echeggia la parola incisa sull’anello di fidanzamento che lo stilista regalò alla futura moglie. Una celebrazione dell’amore che dura tutta la vita. Eterno, appunto. Ma non fu così, la coppia divorziò nel 2006. Tuttavia Eternity ha continuato a esaltare l’amore, sempre con il volto di Christy Turlington, stavolta non avvinghiata al modello di turno, ma al marito, il regista Edward Burns. Coppia tuttora solida e innamorata.

Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

Il profumo, come molti altri del brand, ha avuto vari spin-off. Celebre Eternity Moment, cui hanno dato il volto il modello Trent Ford e Scarlett Johansson. Era il 2004 e l’attrice era da poco reduce dal successo di Lost in Translation di Sofia Coppola.

Photo credit: Coty Beauty
Photo credit: Coty Beauty

Capitolo a parte per cK One, che ancora adesso, 26 anni dopo la nascita, è un bestseller. Nei primi dieci giorni di uscita si vendevano venti bottiglie al minuto. Super imitato, ha segnato gli anni Novanta per il suo spirito democratico. Con il flacone dalle linee pure e dal jus frizzante e pulito, che lasciva una scia di bergamotto e limone, muschio, tè verde e sandalo, fu il primo unisex, oggi si direbbe gender-neutral. Creato da Alberto Morillas e Harry Fremont, era difficile non sentirlo addosso a qualcuno. La campagna di Steven Meisel in bianco e nero catturava una folla di ragazzi che saltavano, si baciavano, chiacchieravano e tra loro c’erano una giovanissima Kate Moss, Stella Tennant e la fashion editor Polly Allen Mellen. Sono seguite varie versioni dagli "abiti" diversi, con i flaconi decorati da street artist. Tutti pezzi da collezione.

Photo credit: Courtesy Photo
Photo credit: Courtesy Photo

Oggi, la Generazione X del primo cK è cresciuta e i suoi figli, che hanno a cuore la sostenibilità e la salvaguardia del pianeta, amano la clean beauty. Così l’iconico profumo diventa cK Everyone, sempre opera di Morillas.

Photo credit: Courtesy photo
Photo credit: Courtesy photo

Un collettivo eclettico di modelli, artisti, musicisti e creativi interpreta la fragranza, vegana e realizzata con il 77% di ingredienti di derivazione naturale. Il flacone e il packaging sono stati creati con materiali riciclabili. Un mix pulito ed eco-consapevole che si è aggiudicato il certificato Cradle to Cradle Material Health. Ancora una volta Calvin centra l’obiettivo di essere in sintonia perfetta con la società. Qui e ora.