Pronta a sorridere a 32 denti?

·4 minuto per la lettura
Photo credit: COLORS X BURBERRY - SMINO © COURTESY OF COLORSXSTUDIOS
Photo credit: COLORS X BURBERRY - SMINO © COURTESY OF COLORSXSTUDIOS

(Nella foto in apertura: Moda e musica si uniscono per il progetto di Burberry e Colorsxstudios che celebra gli artisti emergenti. Tra questi Smino (in foto), rapper dall'inconfondibile grillz: sorriso con pietre preziose. Il suo video si può vedere sul canale YouTube Colorsxstudios e su Burberry.com.)

C’era una volta l’apparecchio, strumento di tortura per adolescenti un po’ nerd. Oggi per chi ambisce a un sorriso “smagliante” la scelta è infinita. Dispositivi fissi e mobili, allineatori invisibili, faccette, sbiancanti… Si soffre di meno, si ottengono risultati più in fretta, non ci si pongono limiti di età. Insomma, tutti pazzi per l’ortodonzia. Ma non per forza per la dentatura perfetta. C’è chi punta su denti irregolari, proprio per essere diverso dagli altri. Secondo una ricerca condotta dall’Università del Minnesota e pubblicata sulla rivista scientifica Plos One, le persone con un sorriso esteticamente gradevole sono considerate più attraenti e vengono prese maggiormente in considerazione dagli altri, sia nelle relazioni interpersonali, sia in quelle lavorative, come per esempio nei processi di selezione. Il Covid ci ha insegnato a comunicare con gli occhi, ma presto torneremo a mostrare le emozioni e il lavoro del dentista. Ed è proprio sull'onda del nascondersi dietro alla mascherina che molti hanno pensato di intraprendere proprio ora un percorso per intervenire sui propri denti. L'obiettivo è raggiungere il sorriso delle star per questo “denti da vip”, “faccette dentali Belen”, “denti rifatti”, “denti da star” sono alcune delle ricerche effettuate con maggior frequenza su Google da utenti donne, residenti principalmente in Lombardia, Lazio e Piemonte. A rivelarlo è una ricerca effettuata dalla Snyffo Pioneers Marketing Automatic, che evidenzia un cambiamento culturale nei confronti del dentista, visto fino a poco tempo fa solo come il medico della carie.

Come avere denti perfetti: le strade possibili

Le faccette in ceramica o materiali compositi sembrano il modo più veloce per raggiungere un risultato gradevole, ma servirà limare tutti i denti? Oppure meglio la correzione effettuata mediante l'utilizzo di apparecchi invisibili o piastrine interne? E lo sbiancamento, quante volte si deve fare? A queste domande ha risposto Federica Costa, Odontoiatra Specialista in Ortognatodonzia. «L'aumento della richiesta estetica è presente da decenni in Italia, ma è importante non perdere di vista i criteri biologici che devono guidare la diagnosi di una patologia e la terapia che ne deriva. I social hanno contribuito ad alzare l'asticella creando aspettative con obiettivi elevatissimi, l'abilità di noi professionisti sta nel valutare lo stato di fatto e saper consigliare la strada giusta da intraprendere. Integrare in maniera multidisciplinare l'approccio alle problematiche del paziente porta a risultati belli, ma soprattutto naturali. È un lavoro di collaborazione anche con altri specialisti come il parodontologo, che si occupa di rimodellare le gengive, o il chirurgo estetico nel caso in cui ci sia necessità di completare il lavoro con il filler. Un bel sorriso non è tale solo quando i denti sono dritti ma è dato dall’armonia e dalla corretta integrazione tra i denti e tutte le strutture che li circondano: gengive, labbra, guance. La Smile line, ad esempio, è una linea immaginaria che segue il margine incisale dei denti superiori da un lato all’altro della bocca. La linea dovrebbe coincidere idealmente con il margine del labbro inferiore quando si sorride. Gran parte del lavoro sta nel "progetto del sorriso", grazie a software di ultima generazione oggi si può pianificare e seguire passo passo i miglioramenti del paziente con set up virtuali che simulano lo spostamento dei denti permettendo di valutare e misurare il prima e il dopo. Per quanto riguarda le faccette, e le ricostruzioni estetiche, ormai si ottengono risultati eccellenti anche con minime preparazioni del dente, non sempre bisogna limare molto».

Denti bianchi

È come per i capelli: ci sono bionde che non si vedono mai abbastanza bionde. Lo stesso vale per i denti: «Ad alcuni pazienti il bianco non basta mai e tornano spesso. Ad altri, invece, piace un colore più naturale. Difficile dire ogni quanto sia giusto intervenire. Certo è che bisogna seguire i consigli del dentista considerando che i prodotti domiciliari hanno percentuali di sostanze attive più basse, mentre quelli professionali hanno concentrazioni maggiori, e per questo si possono effettuare solo in studio tramite l’utilizzo di lampade in grado di attivarle. Un no grande ai metodi casalinghi come carbone, bicarbonato o limone. Si rischia di provocare danni a denti e gengive», conclude la dottoressa.

Photo credit: Instagram @Haileybieber
Photo credit: Instagram @Haileybieber

Al primo posto c'è sempre lo stato di salute dei denti e gengive che si mantiene con un'adeguata igiene orale.

I prodotti per avere denti perfetti

Photo credit: Courtesy of Nudo Nature Made
Photo credit: Courtesy of Nudo Nature Made
Photo credit: LUCA VISENTINI
Photo credit: LUCA VISENTINI
Photo credit: Courtesy of Tau-Marin
Photo credit: Courtesy of Tau-Marin
Photo credit: Courtesy of Piuma
Photo credit: Courtesy of Piuma
Photo credit: Courtesy of Tau - Marin
Photo credit: Courtesy of Tau - Marin
Photo credit: Courtesy of Oral B
Photo credit: Courtesy of Oral B
Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli