Proteine del latte: gli effetti sull'organismo

·2 minuto per la lettura
caseina fa male
caseina fa male

La caseina è una proteina presente in abbondanza nei vari tipi di latte. Essa costituisce circa l’80% delle proteine che si trovano nel latte di mucca, di capra, di pecora, di bufala.

Caratteristiche della caseina

Per essere più corretti, si dovrebbe parlare di caseine, piuttosto che di caseina. Esistono vari tipi di caseine, che non sono altro che proteine legate ad altre molecole. Tutte le caseine fanno parte della famiglia delle fosfoproteine, essendo legate al fosforo.

Dove trovarla

La caseina è contenuta in tutti gli alimenti a base di latte, in special modo nei formaggi.

La caseina viene commercializzata anche sotto forma di integratore alimentare proteico allo scopo di favorire l’aumento della massa muscolare.

Ritenzione idrica e problemi gastrointestinali

Molti affermano che la caseina sia dannosa per la salute. La prima problematica che viene denunciata è che sia responsabile di ritenzione idrica. L’idea si basa sulla capacità o incapacità del nostro corpo di digerire i latticini e, nello specifico, il lattosio. I soggetti allergici al lattosio sono davvero tanti e la ritenzione idrica può verificarsi in questi soggetti, ma non in tutti gli altri casi.

Allo stesso modo, alcuni sostengono che questa proteina provochi delle problematiche gastrointestinali, impedendo all’organismo di assorbire i nutrienti degli altri alimenti. La caseina viene perfettamente assorbita e digerita dallo stomaco e può causare problemi solo in caso di soggetti allergici al lattosio.

Allergia

Come già accennato, la caseina contenuta nei latticini può causare allergie nei soggetti sensibili al lattosio. Per evitare di stare male e di avere problemi di ritenzione idrica e disturbi di stomaco, quindi, i soggetti allergici dovrebbero semplicemente evitare di mangiare alimenti che contengono la caseina.

Inoltre, ha un ruolo nelle allergie alle proteine del latte, che si riscontrano soprattutto nei primi anni di vita. Tuttavia, nella gran parte dei casi, questi episodi tendono a ridursi e a scomparire con la crescita.

Eccesso proteico

Altra problematica riguarda la correlazione tra la caseina e l’eccesso proteico. Un’integrazione di questo tipo potrebbe portare ad assumere più proteine del necessario. Occorre quindi studiare bene il nostro piano alimentare per evitare eccessi di questo tipo.

Edulcoranti

Ultima problematica riguarda gli edulcoranti. Queste sostanze potrebbero provocare danni alla flora batterica e all’intestino. Meteorismo, aerofagia, gonfiore addominale, difficoltà di digestione sono alcuni dei sintomi che potrebbero manifestarsi nei soggetti sensibili da un punto di vista gastrico ed intestinale.

Il consiglio è, quindi, di limitare assolutamente l’assunzione di caseina e bilanciarla in base all’insorgere di queste problematiche.