Push pop it, l'antistress per grandi e piccini

·3 minuto per la lettura
push pop it bambini
push pop it bambini

Da pochi mesi spopola un gioco semplice ma con potenzialità uniche. Delle bolle di silicone che si possono scoppiare e che è possibile riutilizzare un numero infinito di volte. Il push pop è possibile trovarlo in diverse forme e colori e può aiutare i bimbi sia nello sviluppo cognitivo che in quello della manualità fine. Vediamo qual è quello migliore, di cosa è composto e soprattutto come renderlo un gioco altamente educativo.

Push pop it bambini

Tutti i push pop it sono di silicone, vanno dalle dimensioni di un portachiavi fino a circa quella di fogli A4. Sono colorati e allegri, con ogni sorta di forme. Per tutte queste caratteristiche si prestano a giochi educativi per insegnare, ad esempio, animali o forme ai piccoli bimbi che esplorano il mondo. Si consiglia di iniziare con questo giocattolo dai tre anni in su non perché sono prodotti pericolosi, ma mordendoli è possibile che alcune parti delle bolle si stacchino e vengano ingerite.

Scegli una figura che sia famigliare al bimbo, come ad esempio un unicorno o un cuoricino per le piccole principesse, mentre dinosauri per i nostri mini esploratori. Se vuoi che il bimbo lo porti sempre con sé si trovano in commercio anche delle versioni portachiavi, poche bolle ma sempre a portata di mano per farli giocare ovunque.

Come sfruttare questo gioco per educare i bimbi

Attraverso i push pop it possiamo interagire e insegnare ai bambini alcuni giochi. Essendo dei prodotti che hanno le bolle tutte equidistanti, e disposte in file perfettamente uguali sia in orizzontale che in verticale, si possono disegnare tutte le forme, ma anche numeri e lettere, e i bimbi poi girando il gioco potranno rifare le stesse forme e impareranno molto velocemente a riprodurle.

Molte volte non serve la tecnologia, che comunque gestita in modo positivo può aiutare, per far apprendere ai bambini dai tre anni in su alcune basi dell’età prescolare, ma qualche ora di interazione e divertimento con i propri genitori possono sicuramente fare molto più di quello che si può pensare.

Imparare a contare con i push pop it

Con i bimbi in età prescolare e mentre imparano le tabelline, questo gioco può diventare un valido alleato. Proviamo a pensare di avere un vecchio pallottoliere, anche questo aveva delle palline magari con colori diversi per differenziare decine unità e centinaia. In questo modo, se dovessimo fare un’operazione molto semplice come 2 moltiplicato tre volte, faremo toccare e quindi “sgonfiare” al bimbo due palline per tre file, ecco che il risultato equivalente al sei sarà da subito evidente.

Un altro gioco che si può fare con i push pop it è quello di utilizzare anche un dado per rendere meno banale questo prodotto e divertirsi qualche ora coi propri figli. Prendete tutti un push pop con lo stesso numero di bolle e a turno tirate il dado. A seconda del numero che esce dovrete scoppiare le bolle corrispondenti. Vince chi riesce a mantenere il maggior numero di bolle da scoppiare e naturalmente volta per volta perderanno tutti quelli che avranno finito le possibilità di schiacciare sul proprio push pop. Divertente e utile per imparare i numeri dei dadi, si può iniziare a giocare dai tre anni per fare in modo che i piccoli apprendano giocando e divertendosi con i propri genitori.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli