Qual è la città dove si vive meglio? E la peggiore? La classifica 2020

Primo Piano

Cambio al vertice della classifica delle città migliori e peggiori per qualità della vita, stilata da ItaliaOggi e Università La Sapienza di Roma, e che quest’anno tiene conto anche della pandemia. Le città e le province più colpite dalla prima ondata di emergenza Covid-19 sono infatti quelle che perdono più posizioni.

In generale, la qualità della vita è risultata buona o accettabile in 60 su 107 province italiane. Dai dati si desume inoltre che circa il 42,5% della popolazione italiana, era circa il 44% lo scorso anno, vive in territori contraddistinti da una qualità della vita scarsa o insufficiente. Oltre il 60,1% della popolazione residente nel Mezzogiorno è addirittura al di sotto di livelli considerati accettabili.

LEGGI ANCHE: Classifica 2020, le città italiane dove si vive meglio: i dettagli