Quali domande porre al pediatra? Ecco tutto ciò che si deve sapere

quali domande porre pediatra
quali domande porre pediatra

Molte donne non sanno che possono fissare dei consulti con i pediatri per una visita/consultazione prenatale, ma quali domande porre a un pediatra? Questa è un’ottima opportunità per scegliere il medico migliore per il vostro bambino. Invece di scegliere qualcuno all’ultimo minuto o di far scegliere all’ospedale un pediatra per il vostro bambino mentre siete in ospedale, potete fare un colloquio e sentirvi a posto con il medico del vostro bambino per i prossimi 18 anni.

Quali domande porre al pediatra?

1. Quali sono i suoi studi medici, la sua formazione e la sua certificazione?

2. Perché ha scelto la pediatria? Domande aperte come questa riveleranno molto della personalità e delle attitudini del medico. Potete fare una domanda sciocca o il medico vi intimidisce? Non dovrebbe nemmeno essere impaziente o accondiscendente con voi.

3. Da quanto tempo esercita la professione?

4. Esaminerà il mio neonato in ospedale? Con quale frequenza?

5. Sarebbe utile se sollevaste anche alcuni dei vostri valori e della vostra filosofia materna per la discussione. Scegliete argomenti importanti per voi, come ad esempio:

  • Permettere al vostro bambino di dormire nel vostro letto

  • Allattamento al seno/al biberon

  • Circoncisione

  • Alimentazione a richiesta

  • Affidamento di un bambino di sei o dodici settimane all’assistenza all’infanzia

  • Iniziare a somministrare cibi solidi

  • Legame subito dopo la nascita

  • Ciuccio/succhio del pollice

  • Gestione telefonica delle malattie infantili

Dovete aspettarvi di ricevere materiale informativo sull’alimentazione, lo sviluppo e la sicurezza, oltre a informazioni su corsi e altre attività per bambini.

quali domande porre al pediatra
quali domande porre al pediatra

6. Avete figli? Può essere confortante sapere se il vostro medico ha figli.

7. Fa parte di un gruppo di medici? Se vi rivolgete a un medico che lavora da solo, informatevi su chi lo sostituisce quando lui/lei è assente. Se fa parte di un gruppo, chiedete informazioni sul background degli altri medici. Alcuni studi hanno infermieri pediatrici. Si tratta di infermieri completamente formati, spesso con un master e una formazione specialistica.

8. Avete orari di reperibilità?

9. Quali sono gli orari d’ufficio?

10. Quando è disponibile?