Quali sono le filastrocche natalizie più belle?

·3 minuto per la lettura
filastrocche natalizie per bimbi
filastrocche natalizie per bimbi

Natale 2020 è alle porte e manca veramente poco al giorno più magico dell’anno. Quelle di quest’anno, però, saranno delle feste all’insegna dell’insicurezza e dell’incertezza. Dopo aver spiegato ai bambini cosa cambierà rispetto agli altri anni, è importante che i genitori portino avanti le tradizioni di famiglia. Quindi, se c’è qualcosa che piace veramente tanto ai più piccoli, è esibirsi davanti a mamma e papà: le migliori poesie di Natale per bambini.

Poesie di Natale per bambini: le migliori

Durante le feste natalizie ci sono delle bellissime poesie e filastrocche che i bambini possono imparare e recitare davanti a mamma e papà nel giorno più magico dell’anno. Quali sono le migliori poesie di Natale per bambini da imparare? Scopriamole insieme.

“Arriva Natale” di J. Restano

Cade la neve, scende dal cielo
e lieve, lieve copre di un velo
case e palazzi, strade e sentieri,
tetti aguzzi e comignoli neri.

Non c’è rumore, tutto tace
ascolto il mio cuore: senti che pace!
Arriva Natale, crea l’atmosfera
senti nel cuore la pace vera!

“A Gesù Bambino” di U. Saba

La notte è scesa

e brilla la cometa

che ha segnato il cammino.

Sono davanti a Te,

Santo Bambino!

Tu, Re dell’universo,

ci hai insegnato

che tutte le creature sono uguali,

che le distingue solo la bontà,

tesoro immenso,

dato al povero e al ricco.

Gesù, fa’ ch’io sia buono,

che in cuore non abbia che dolcezza. F

a’ che il tuo dono

s’accresca in me ogni giorno

e intorno lo diffonda,

nel Tuo nome.

“È Natale” di Madre Teresa di Calcutta

È Natale ogni volta
che sorridi a un fratello
e gli tendi la mano.
È Natale ogni volta
che rimani in silenzio
per ascoltare l’altro.
È Natale ogni volta
che non accetti quei principi
che relegano gli oppressi
ai margini della società.
È Natale ogni volta
che speri con quelli che disperano
nella povertà fisica e spirituale.
È Natale ogni volta
che riconosci con umiltà
i tuoi limiti e la tua debolezza.
È Natale ogni volta
che permetti al Signore
di rinascere per donarlo agli altri.

“Natale” di M. Menicucci

Stanotte a mezzanotte
è nato un bel bambino
bianco, rosso e ricciolino.
La sua mamma con grande amore
lo accarezza e lo stringe al cuore.

Stanotte a mezzanotte
è nato un bel bambino
bianco, rosso e ricciolino.
Con le greggi escono fuori
lunghe file di pastori.

Stanotte a mezzanotte
è nato un bel bambino
bianco, rosso e ricciolino.
Portan cacio, frutta, fiori
ed un bianco pecorino.

Stanotte a mezzanotte
è nato un bel bambino
bianco, rosso e ricciolino.

“Ninna nanna di Natale” di J. Restano

Dorme la renna dentro alla stalla,
mentre nel cielo brilla una stella.

Dormon gli gnomi nei loro lettini
e sognan regali portati ai bambini.

Dorme anche il Babbo di rosso vestito
stanco, distrutto davvero sfinito…

Dormono tutti dopo Natale!
La loro notte è stata speciale:

han consegnato migliaia di doni
a tutti i bimbi buoni!

“La cometa” di G. Rodari

Sono la Cometa
di Natale.
Ardo nel firmamento;
illumino i presepi;
riposo sulle punte degli abeti;
prometto pace alla terra
e doni ai bimbi buoni.

Ma voi mi fate certe confusioni!
Perchè, con tutta la vostra scienza,
non avete ancora scoperto
che di bimbi cattivi non ce n’è?