Quali sono le malattie più strane del mondo?

·1 minuto per la lettura
malattie
malattie

Nel mondo ci sono numerose malattie differenti, ma alcune di queste non sono affatto conosciute in quanto rare. Tra le malattie presenti in tutto il globo ce ne sono alcune davvero incredibili a cui è difficile credere. Scopriamo insieme quali sono le 3 malattie più strane del mondo.

Le malattie più strane del mondo

Quando si parla di malattie di solito vengono in mente sempre le solite che tutti conosciamo. In realtà però ci sono alcune malattie davvero strane e poco conosciute: scopriamole.

1. Sindrome del lupo mannaro

lupo mannaro
lupo mannaro

La sindrome del lupo mannaro, conosciuta anche come ipertricosi, è una malattia rara che comporta la crescita anormale di peli in tutto il corpo. Si tratta di solito di una malattia genetica che viene trasmessa ai figli. Nel mondo ci sono solo un centinaio di casi noti.

2. Sindrome del corpo morto

sindrome corpo morto
sindrome corpo morto

La sindrome del corpo morto, conosciuta anche come sindrome di Cotard, è una malattia rara e molto particolare. Le persone colpite dal problema credono di essere morte o di non avere un’anima all’interno del proprio corpo mortale. Alcuni credono anche di non avere alcune perti del corpo che, in realtà, ci sono e non hanno alcun tipo di problema reale. In genere la malattia colpisce persone che soffrono di forme gravi di depressione.

3. La sindrome di Alice

alice
alice

Le persone che sono afflitte dalla sindrome di Alice nel Paese delle Meraviglie hanno delle visioni e delle percezioni molto distorte di quella che è la realtà. Esse credono infatti che il loro corpo presenti alcune parti più grandi o più piccole rispetto a quanto non è realmente. In generale sono colpite dal problema le persone che hanno problemi di epilessia oppure di forte emicrania.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli