Quando una fattoria (danese) diventa una cucina creativa, la campagna è un luogo da frequentare

Di Alessia Musillo
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod

From ELLE Decor

È facile imbattersi in fattorie remote e disperse fra le campagne di Copenaghen, perciò quando s'incontra l'edificio Åstrup Have, che porta la firma dello Studio NORRØN, non si resta affascinati dal fatto che sia proprio lì, ma ci si lascia catturare dalla sua forma. Oggi è una scuola di cucina creativa, che sta dentro a un'architettura che evoca la tradizione costruttiva (vernacolare) della regione e reinterpreta in chiave moderna il tradizionale concept delle fattorie danesi. È circondata dal paesaggio panoramico della campagna ondulata e si lascia scorgere dopo aver battuto un viale di fiori. Il patio centrale unisce tutti i lati dell'edificio e si erge come una struttura a quattro zampe realizzata in cemento armato.

Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod

Il volume dell'architettura accoglie e si dispone tutt'intorno a un cortile centrale, cuore quadrato e polmone verde dell'edificio. I pannelli sono fatti di calcestruzzo grezzo con intermezzi in ottone - questi ultimi sono disposti come sottili griglie sulla facciata. Così, il grigio viene intervallato da rilievi che addolciscono e ammorbidiscono l'intera struttura. Se illuminata dai raggi del sole, si instaura un dialogo fatto di un dolce contrasto tra ciò che definiziamo grezzo e ciò che definiamo raffinato.

Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod

Il tetto chiude l'architettura dall'alto e si ispira gli Edifici Haubarg della regione - per cui la caratteristica è che sia scosceso in modo da ospitare una buona massa di fieno per attutire l'effetto dell'acqua sulla superficie e dare lunga vita alla struttura. Il taglio caratteristico del profilo del tetto consente anche l'installazione dei pannelli solari, di impianti di ventilazione; e poi camini, lucernari e tecnologie moderne che migliorano l'abitare e regalano al luogo tutti i comfort.

Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod

Gli spazi dell'edificio sono divisi fra le zone residenziali - da abitare - e le zone riservate ai corsi della scuola di cucina creativa. Sebbene le aree utili alla formazione e alla produzione culinaria siano più grandi, c'è anche un'ala adibita a garage e officina. L'interno, comunque, è tutto un susseguirsi di altezze e dimensioni diverse che riservano la capacità di realizzare atmosfere e ambienti differenti. Il rivestimento in quercia si estende sul soffitto, sulle scale, sulle finestre e dona alle stanze un tono coerente e un calore naturale tipico della vita di campagna.

Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod

Così il countryside danese diventa uno spazio da abitare fra i comfort moderni e il profumo della natura. Non c'è modo migliore per ripensare a uno spazio lontano e remoto: la creatività regna in una cucina che va a scuola fra cemento e intervalli dorati.

Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod
Photo credit: Torben Eskerod