Quando utilizzare il nebulizzatore

·2 minuto per la lettura
aerosol
aerosol

Aerosol sì o no?. Questo dispositivo medico viene utilizzato dai genitori italiani per proteggere i propri figli dai malanni della stagione fredda. Ma siamo sicuri che sia la soluzione giusta?. Gli esperti sostengono che solo nella metà dei casi l’aerosol è effettivamente utile.

Aerosol: a cosa serve

L’aerosol permette di inalare sostanze benefiche e farmaci attraverso la bocca e il naso, in modo che entrino nell’apparato respiratorio dove svolgono la loro azione terapeutica. Per questo motivo, occorrono degli apparecchi in grado di trasformare dei liquidi in particelle finissime. Questa forma fisica intermedia si definisce “stato di sol” e dà il nome alla terapia.

Le particelle nebulizzate, a seconda delle loro dimensioni, agiscono su zone differenti dell’apparato respiratorio. Quelle più grandi si fermano nel naso e nei seni paranasali, mentre le più piccole raggiungono i bronchioli e gli alveoli polmonari.

aerosol
aerosol

Aerosol: quando serve

I pediatri consigliano il suo utilizzo in questi casi:

Aerosol: quando non serve

I casi in cui è assolutamente sconsigliato:

  • rinofaringite

  • tonsillite

  • otite media acuta

Per curare queste patologie, bisogna rispettare queste 6 regole ogni giorno:

  1. invitare il bambino a bere frequentemente

  2. effettuare lavaggi nasali per eliminare muco e catarro

  3. umidificare gli ambienti

  4. monitorare la temperatura a casa

  5. usare fazzoletti di carta

aerosol
aerosol

Aerosol: quando viene utilizzato in modo sbagliato

Quando sono presenti delle affezioni delle alte vie respiratorie, vi è la consuetudine di utilizzare nel nebulizzatore farmaci a base di cortisone. Se vengono assimilati abitualmente, possono causare effetti collaterali come il mughetto in bocca. Inoltre, il cortisone indebolisce il sistema immunitario e provoca l’irritazione delle mucose della bocca o delle cavità nasali. Un’ulteriore ricerca conferma che l’efficacia dei farmaci cortisonici è pari a quella della soluzione fisiologica, ovvero acqua purificata e sale allo 0,9%.

Aerosol: come usarlo correttamente

L’utilizzo dell’aerosol non è semplice e immediato. Il bambino deve essere tranquillo, altrimenti i risultati sono pari a zero. La macchinetta deve essere pulita con acqua calda ogni volta che viene usata. Se il dispositivo non viene pulito bene, si rischia di fare ventilazioni che portano con sé un carico di germi. I bambini più piccoli devono indossare una mascherina per evitare che tutto finisca negli occhi, inoltre nella prima infanzia è sconsigliato l’uso dell’aerosol ad ultrasuoni.