Quarta dose di vaccino, Pregliasco: "Insostenibile"

·2 minuto per la lettura
quarta dose pregliasco
quarta dose pregliasco

Il docente della Statale e direttore del Galeazzi, Fabrizio Pregliasco, ha bocciato l’idea di una quarta dose di vaccino Covid e ipotizza richiami annuali per i più fragili.

Vaccino Covid, Pregliasco boccia la quarta dose

Il direttore medico dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi e docente presso l’Università degli Studi di Milano, Fabrizio Pregliasco, è stato molto chiaro: no a quarte dosi somministrate indiscriminatamente.

«Non dobbiamo considerare a mio avviso quarte dosi. Per ora è un discorso teorico, ma io credo che non sarà fattibile. Poi dovremo attendere l’Ema cosa dice e i dati israeliani ma a mio avviso non è facilmente sostenibile dal punto di vista organizzativo, economico e dell’accettazione da parte della popolazione».

Vaccino Covid, Pregliasco: “Quarta dose solo per i fragili”

«Non si ottiene granché, un incremento dei titoli anticorpali ma il risultato clinico, stando ai primi dati che arrivano da Israele, non è così importante. La vaccinazione a mio avviso dovrà slittare in una strategia come quella dell’influenza: un richiamo annuale il cui target saranno i soggetti fragili e i soggetti più esposti».

Questo il pensiero di Pregliasco su un ulteriore dose booster di vaccino. Ancora, ha poi parlato dell’andamento attuale della pandemia:

«È vero, l’Rt si è abbassato, ma purtroppo è ancora superiore a 1 nell’ultima rilevazione e quindi c’è ancora una fase di crescita, ma se non altro con una riduzione della velocità. La discesa è in vista».

Vaccino Covid, Pregliasco: “Omicron aiuterà”

La variante Omicron – e probabilmente la sua mutazione Omicron 2 – sta dilagando in Europa e nel mondo, ma l’infettivologo e ricercatore della Statale è convinto che questo “contagio di massa” possa portare a vantaggi in futuro:

«Penso che Omicron ci stia dando per alcuni versi una mano perché la sua elevata contagiosità in qualche modo coinvolge tantissime persone e, quindi, questo faciliterà non tanto un’immunità di gregge in quanto tale, ma comunque farà sì che una gran quota di soggetti non saranno più suscettibili al virus, speriamo per un bel po’ di tempo».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli