Quel maglione a collo alto di Paola Marella racconta la forza e la speranza di questo autunno

Di Redazione Digital
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Getty Images
Photo credit: Getty Images

From ELLE

Quando la maglieria si fa poesia... Entra in scena Paola Marella che dall'alto del suo stile e della sua raffinatezza ha sempre qualcosa da dirci e da insegnarci. E come affronta lei il tema maglione per la moda Autunno 2020 nessuna mai. Si perché i suoi look sempre chic, calibrati, sobri ma ricercati non sono mai soltanto semplici e puri consigli e idee di styling, ma anche un delicato storytelling in grado di farci scoprire e apprezzare inedite sfaccettature della moda, soprattutto Made in Italy, accendendo i riflettori su piccole/grandi realtà in cui il savoir faire rimane protagonista, in cui il bello rimane un valore da perseguire e condividere anche attraverso le scelte più insignificanti, in cui la voglia e la passione di fare (di fare bene e di fare bello) sono il carburante per sfidare con entusiasmo il presente e le sue sfide senza lasciarsi abbattere dalle difficoltà. E così ancora una volta un maglione in lana a collo alto, che Paola Marella indossa splendidamente, non è solo il capo di maglieria must have della stagione, ma anche la chiave di volta che apre a un piccolo e magico mondo in cui il knitwear corre sul filo di lana della forza e della poesia. Perché quel maglione ci racconta molto di più, e diventa così un invito a non arrendersi in questo momento e ad avere speranza. E ve lo mostriamo e spieghiamo bene qui sotto.

Paola Marella nel suo post su Instagram indossa un pullover in lana bianca a collo alto e lo abbina in maniera semplice ma impeccabile per il suo home working: bastano un paio di jeans dal lavaggio scuro e una lunga collana con maglie di plastica colorata (bellissima la combo arancio con un blu a metà strada tra l'ottanio e il carta da zucchero) per aggiungere il proprio tocco personale a un maglione dolcevita. Ma con questa foto e in questo post Paola Marella ci mostra e ci racconta molto di più su questo capo e sulla sua provenienza: "Uno dei miei store preferiti finalmente apre il suo negozio online! Brava @silvia_reinhold , anche a distanza rimarrò sempre aggiornata sulle tue meravigliose proposte! @verdelilla_torino Buona giornata a tutti 😘". Ed eccola la forza e la speranza che i piccoli/grandi imprenditori italiani stanno tirando fuori in questo momento di difficoltà: combattono per trovare nuove strade alternative, abbracciano l'innovazione (rappresentata in questo caso dall'apertura dell'e-commerce) per fare arrivare le proprie proposte moda ovunque e fare in modo che l'attuale crisi non spazzi via significative realtà legate al Made in Italy e al territorio. Evviva il digital e il suo lato più bello (siamo di parte ma lo pensiamo davvero!). Ed evviva personaggi come Paola Marella, che utilizza la sua notorietà con stile, classe ed eleganza, per promuovere non solo i grandi marchi del lusso ma soprattutto per fare luce e supportare con sincerità quelle realtà speciali, quelle chicche (come le piccole boutique che resistono e si innovano senza tradire il proprio DNA, come ha fatto appunto Verdelilla di Torino) e che rendono unica e straordinaria l'Italia e la sua moda. Bravissima e très très chic, come sempre.