Quentin Tarantino deluso dalla madre: ‘Non le ho mai dato un centesimo’


Quentin Tarantino è tra i registi più amati e apprezzati del mondo da generazioni.
Durante una chiacchierata nel podcast The Moment il produttore cinematografico ha però rivelato di non essersi mai sentito appoggiato dalla sua famiglia per aver scelto di lavorare nel mondo dello spettacolo.
In particolare sua madre avrebbe minato il suo sogno di sfondare nel cinema.
Ha detto: "Non era contenta delle difficoltà scolastiche e si lamentava con me. Mi rimproverava perché detestava che non fossi portato per la scuola. Ricordo che un giorno, con tono sarcastico, nel mezzo di una delle sue filippiche, mi disse: 'Oh e comunque questa tua carriera da scrittore, con tanto di segno delle virgolette fatto con le dita, finisce qui'".
Episodio che segnò profondamente lo sceneggiatore statunitense.
"In quell’occasione promisi a me stesso che, una volta raggiunto il successo, non le avrei mai dato un centesimo", ha affermato.
"Un proposito che ho rispettato perché bisogna sempre ricordare che le parole hanno delle conseguenze, soprattutto quelle pronunciate a un bambino: il sarcasmo di un genitore può essere davvero pericoloso e difficile da digerire", ha proseguito il 59enne.
Quentin ha quindi precisato: "L’ho aiutata solo una volta, per una situazione complicata con il fisco, ma non le ho comprato una casa".