Raffreddore: i cibi per prevenirlo e curarlo

raffreddore

A prescindere dalle cure farmacologiche che vengono indicate dai medici per lenire e curare il raffreddore, possiamo prevenirlo in maniera naturale con diete che privilegiano frutta e verdura di stagione, un’assunzione di acqua consapevole e altri alimenti ricchi di vitamina C, sali minerali, proteine e antiossidanti che aiutano sia a prevenirlo che a lenirne la sintomatologia caratteristica.

Raffreddore: i cibi per prevenirlo

Nella dieta ideale utile a prevenire il raffreddore non dovrebbero mai mancare alimenti ricchi di vitamina C, fondamentale perché l’organismo possa svolgere alcune delle funzioni base che regolano il metabolismo. La vitamina C ha un forte potere antiossidante, favorisce l’assimilazione del ferro e irrobustisce il sistema immunitario. Troviamo la vitamina C in alimenti che possiamo integrare nella nostra dieta come gli agrumi, frutti come kiwi e melograno e in generale in tutti gli ortaggi che rientrano nella famiglia delle crucifere. Dei buoni alleati del sistema immunitario, sono i così detti “odori” che normalmente usati in cucina, ossia le spezie come la curcuma, lo zenzero e il particolare il peperoncino che ha una grande proprietà antistaminica naturale oltre ad essere ricco di nutrienti che lavorano a sostegno e stimolo del sistema immunitario. Altri alimenti che lavorano in questo senso e come inibitori batterici, sono i tuberi come la cipolla, l’aglio e lo scalogno, ricchi di zolfo. A questi nutrienti si aggiunge il beta-carotene, stimolatore della crescita del sistema immunitario e presente in percentuale considerevole nelle carote, zucche e patate dolci. Per l’attivazione dei globuli bianchi, che hanno un ruolo negli equilibri che regolano il buon funzionamento del sistema immunitario si consiglia di integrare nella propria dieta, anche i funghi che presentano un’alta concentrazione di selenio e betaglucano che hanno proprietà stimolanti in questo senso. Lo zinco è un minerale naturalmente presente nell’organismo, ed ha una funzione attiva per quanto riguarda l’irrobustimento del sistema immunitario presente in come uno dei nutrienti principali in uova, carne, pesce, cereali, frutta secca e legumi.

Alimenti da integrare per prevenire il raffreddore

Di seguito una breve panoramica per conoscere meglio alcuni degli alimenti più importanti la cui assunzione dei loro nutrienti ci aiuta a prevenire e lenire i sintomi del raffreddore.

Carote: Le carote sono ricche di vitamine e minerali che svolgono una funzione realmente importante per combattere i sintomi caratterizzanti del raffreddore come l’infiammazione degli organi dell’apparato respiratorio.
Kiwi: Il kiwi è uno dei frutti che contiene, subito dopo gli agrumi, la percentuale più alta di vitamina C con un valore medio di 85 mg su 100 g; se consideriamo che il fabbisogno giornaliero di un uomo adulto è di circa 60 g di vitamina C, è facile intuire che con l’assimilazione di 2 kiwi al giorno, abbiamo ottenuto la massima resa con un frutto che ha un rapporto calorico di solo 44 calorie su 100 g ingerite.
Latte: Il latte è una fonte proteica di alta qualità preziosa per stimolare la risposta immunitaria e quindi contrastare lo sviluppo del raffreddore. Inoltre, contiene enzimi difensivi come la lisozima e la lattoferina che sono alla base della formazione di antibiotici naturali.
L’olio di oliva: L’olio di oliva extravergine rientra nella categoria dei grassi condizionati e ne rappresenta la migliore qualità. sia a crudo che in cottura. La sua azione contro il raffreddore è dovuta alla presenza tra i suoi nutrienti dei polifenoli e della vitamina E.
Agrumi: Gli agrumi sono vitamina C allo stato puro. Le loro proprietà stimolano e rinforzano il sistema immunitario e favoriscono la sintesi della collagene che protegge le mucose in caso di raffreddore.
Pesce e carne rossa: Il maggior contributo della carne rossa all’organismo per contrastare il raffreddore, altre ad essere fonte di proteine di qualità, ha una buona concentrazione di vitamina B2, presente solo nella carne, e di minerali come selenio e zinco. Tutti nutrienti questi, indispensabili per il buon funzionamento del nostro sistema immunitario. Il pesce invece rinvigorisce la risposta immunitaria grazie all’alta presenza di vitamina D; è inoltre ricco di omega di tipo 3 che, oltre a rinforzare l’apparato immunitario, hanno particolari proprietà antinfiammatorie.