Rai fiction racconta la figura dello scrittore deportato

·1 minuto per la lettura
questo-e-un-uomo-docufiction
questo-e-un-uomo-docufiction

Questo è un uomo è la docufiction con cui la Rai rende omaggio al personaggio di Primo Levi in occasione della Giornata della Memoria. Andrà in onda su Raiuno sabato 30 gennaio in seconda serata.

Questo è un uomo, la docufiction

In ricordo delle vittime della Shoah e per rendere omaggio il grande autore Primo Levi, Raiuno dedicherà uno docufiction in suo onore. A partire dalle 22:45, sabato 30 gennaio, verrà trasmesso Questo è un uomo dove verranno ricostruiti i momenti più importanti di Levi, dalla deportazione fino agli ultimi istanti di vita. Un ricordo dello scrittore piemontese che ha raccontato l’orrore dei campi di concentramento e la tragedia della Shoah. Un modo per portare alla memoria ciò che visse il grande autore e che raccontò all’interno del libro Se questo è un uomo.

La narrazione vuole ripercorrere il ritratto inedito del grande scrittore e intellettuale italiano. La docufiction è integrata da testimonianze di personaggi che racconteranno Levi e ne racconteranno gli aspetti umani più intimi. Tra i tanti ci saranno lo scrittore Marco Belpoliti, la testimone, amica e sorella in sorte di Primo Levi, Edith Bruck, la presidente dell’UCEI Noemi Di Segni. E poi, la storica Anna Foa, David Meghnagi psicoanalista e scrittore, il critico Giovanni Tesio e infine, l’attivista Moni Ovadia.

La docufiction è stata realizzata con la regia di Marco Turco. Il protagonista che interpreterà Primo Levi sarà Thomas Trabacchi, al suo fianco anche Sandra Toffolatti e Werner Waas. La produzione è di Red Film in collaborazione con Rai Fiction.