Raoul Bova al fianco (o al posto?) di Terence Hill in Don Matteo e sui social non si è parlato d'altro

·2 minuto per la lettura
Photo credit: Stefania M. D'Alessandro - Getty Images
Photo credit: Stefania M. D'Alessandro - Getty Images

L'inizio delle riprese è dietro l'angolo e le foto rubate dal set avrebbero svelato la notizia (bomba). Il 31 maggio a Spoleto è in programma il primo ciak della 13esima stagione di Don Matteo con una novità bella grossa. Come spifferato in anteprima da TvBlog e poi confermato con un comunicato stampa di Lux Vide, nella serie campione di ascolti ci sarà un nuovo protagonista. Ebbene sì, Raoul Bova sarà al fianco (o al posto?) di Terence Hill in Don Matteo 13 e ieri sui social non si è parlato d'altro.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

"Al centro della serie, diretta da Francesco Vicario e Luca Brignone per 10 serate, ritroviamo Don Matteo, la Capitana e il Maresciallo", si legge sulla nota diffusa dalla casa di produzione, che annuncia l'arrivo di personaggi nuovi e dei graditi ritorni, uno su tutti Anceschi, interpretato da Flavio Insinna, "arrivato in città per un'occasione speciale". Tra le new entry anche la figlia del comandante della caserma dei Carabinieri di Gubbio, Valentina con un segreto nel suo passato, e rullo di tamburi, Raoul Bova "nei panni di un sacerdote al suo primo incarico".

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Dunque Raoul affiancherà Terence e non lo sostituirà come vociferato all'inizio, anche se il passaggio di testimone non è un'ipotesi così campata per aria. A 82 anni, dopotutto, è normale e fisiologico che anche Hill, Mario Girotti all’anagrafe, voglia fare un passo indietro e godersi la meritata pensione. Dunque, questa potrebbe essere una stagione di transizione in cui i due reverendi reciteranno insieme per preparare il pubblico all'addio definitivo di Don Matteo. Secondo l'indiscrezione di TvBlog, questo passaggio potrebbe esserci già da questa stagione ("Siamo in grado anche di dirvi che il tutto avverrà nella quarta puntata della tredicesima serie di Don Matteo e che la fiction dovrebbe mantenere il medesimo titolo"), ma per ora nulla di ufficiale. Un trucco collaudato quello della compresenza per una manciata di episodi visto per esempio in Un passo dal cielo, con lo stesso Hill che, a partire dalla quarta stagione, è uscito di scena lasciando che fosse Daniele Liotti a prendere il timone. Riflettori puntati su Spoleto per le prime foto di Raoul con l'abito talare...

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.