Raoul Bova veste i panni di Don Massimo: «Un nuovo inizio»

·1 minuto per la lettura

Da quando Raoul Bova è arrivato nel cast di “Don Matteo” i fan della serie sono sul chi va là.

Un po' perché l'entrata dell'attore romano è coincisa con l'uscita di scena dello storico protagonista Terence Hill; un po' perché non è ancora ben chiaro come affronterà gli eventi il suo alter-ego: Don Massimo.

«Io non la penso come una sostituzione ma piuttosto come un nuovo inizio. Per la serie e per me. Don Massimo è tutto un altro prete. Pensare a un confronto con Terence, con il suo successo e con l’amore del pubblico per lui è impensabile», spiega Raoul Bova a TV Sorrisi e Canzoni.

L'ultima parola sulla scelta del nuovo protagonista è stata comunque di Terence.

«Nei suoi occhi ho letto un incoraggiamento, è come se mi avesse detto: “Vai, adesso tocca a te” - afferma Bova -. Questo mi ha dato una marcia in più, se non fosse stato così non avrei mai interpretato Don Massimo. Diciamo che la vivo come una sorta di staffetta: Terence mi ha affidato il testimone che io devo portare in fondo con il vantaggio accumulato da chi ha corso prima di me».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli