Recovery, Farmindustria, 'occasione per fare un salto di qualità'

·1 minuto per la lettura

“Con il Pnrr abbiamo l’occasione per fare un salto di qualità e dare un forte sostegno a Ricerca, Innovazione e digitalizzazione. Sono 4,7 i miliardi che l'industria del farmaco in Italia potrebbe investire nei prossimi anni che porterebbero a 8mila posti di lavoro aggiuntivi. A livello mondiale, poi, sono 1.500 i miliardi di dollari pronti a essere investiti in ricerca dal 2020 al 2026. Il valore di quasi 7 Pnrr. Per attrarre questi investimenti servono condizioni favorevoli e un meccanismo di partnership e di governance virtuoso". Così il presidente di Farmindustria, Massimo Scaccabarozzi intervenendo al convegno 'Pnrr e Sanità: un’opportunità di sviluppo o un’occasione persa?', organizzato a Roma da Fratelli d’Italia.

"E’ necessario rendere strutturale il credito di imposta per ricerca e sviluppo semplificando l’accesso alla misura e applicandolo a tutta la ricerca farmaceutica - chiede il presidente di Farmindustria - Ed è quanto meno opportuno destinare una quota dei fondi all’innovazione produttiva al settore Lifescience. La direzione presa dal Governo sembra quella giusta e i primi segnali sono stati dati in tempi brevi. La parola d’ordine oggi è non perdiamo altro tempo e non sprechiamo questa opportunità. Le imprese sono pronte a fare la loro parte".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli