Regina Elisabetta, 95 anni (anche) di look indimenticabili

Di Federica Caiazzo
·3 minuto per la lettura
Photo credit: Samir Hussein - Getty Images
Photo credit: Samir Hussein - Getty Images

Istituzionale, sì. Ma che non si dica mai di lei che è obsoleta: il guardaroba della Regina Elisabetta sembra (ma non è affatto) congelato nel tempo. E nei suoi primi gloriosi 95 anni di vita, celebrati oggi con un compleanno triste ma altrettanto importante, è difficile stabilire quale delle mise di Her Majesty the Queen sia la più memorabile: dal vestito da sposa per il matrimonio reale con il principe Filippo (un amore invidiabile, lungo 74 anni) ai tailleur color evidenziatore più famosi della storia, ripercorriamo insieme aneddoti e curiosità sui più celebri look della Regina Elisabetta.

Un abito leggendario, perché supera la prova del tempo. Era il 9 luglio 1947 quando la Corona annunciò che l'allora principessa Elisabetta sarebbe convolata a nozze reali con il principe Filippo: la Seconda Guerra Mondiale era finita da soli due anni. "La royal family comprese - come puntualizza tatler.com - che il matrimonio reale della futura erede al trono avrebbe dovuto riflettere l'umore della nazione ed essere al tempo stesso un'opportunità per offrire al pubblico un momento di leggerezza e sollievo dall'austerità che aveva regnato nei precedenti otto anni". Realizzato da Norman Hartnell con oltre 10mila perle, seta avorio donata dalla Cina, cristalli, filo d'argento e raso, il vestito da sposa della Regina Elisabetta fu un trionfo ed è tuttora ricordato come uno dei look più famosi nella storia di Her Majesty the Queen.

Photo credit: Keystone - Getty Images
Photo credit: Keystone - Getty Images

La stessa creazione fu acceleratissima: Norman Hartnell ebbe solo quattro mesi di tempo per poterlo realizzare ed era deciso perché fosse "l'abito più bello che avesse mai realizzato". "Tornando a casa dopo la celebrazione delle nozze - spiegò il designer in una rivelazione riportata dalla fonte, - ricordo che una persona sul treno stava parlando dell'abito. Mi sentii incredibilmente orgoglioso di essere stato l'artefice".

Photo credit: Bert Hardy - Getty Images
Photo credit: Bert Hardy - Getty Images


Una delle immagini più celebri della Regina Elisabetta oggi è senz'altro quella (toccante) del suo ultimo addio al principe Filippo. Ma l'austerità del nero è fortunatamente preceduta, nel corso della storia, da una palette variegatissima di colori. Da sempre (ri)conosciuta per le nuance evidenziatore (e non solo) dei suoi completi coordinati, il guardaroba della Regina Elisabetta si contaddistingue sia per le estrose tonalità sia per i segreti che aleggiano intorno ai suoi look. Si dice infatti che la sua stylist inserisca appositamente dei pesetti nascosti all'altezza degli orli, onde evitare gaffe qualora Her Majesty abbia un'uscita istituzionale in una giornata di vento.

Photo credit: Tim Graham - Getty Images
Photo credit: Tim Graham - Getty Images

E oltre al tacco (che non ha mai superato i sette centimetri) e la fedeltà al marchio di borse Launer (sempre la stessa firma, per un idillio d'amore che dura da oltre 50 anni), la curiosità che affascina più di ogni altra è: perché i look della Regina Elisabetta sono sempre contraddistinti da colori così tanto accesi? Commoners e fan della royal family ricorderanno senz'altro il completo verde lime alle nozze di Harry Meghan (con piume viola sul cappello!), a cui ha fatto da contraltare quello celeste pastello per sedere accanto ad Anna Wintour alla London Fashion Week. Ma dal giallo canarino al rosa Schiaparelli passando anche per l'arancione e tutte le tonalità più vibranti della scala dei colori, non c'è look che non sia riconoscibile. Ed è proprio questo il punto: essere riconoscibile in caso di emergenza. "La Regina Elisabetta - conferma Madame Le Figaro - dedeve poter essere avvistata da lontano. Vestirsi in modo mimetico è ferocemente bandito". Cara, saggia, Lillibet.