Regionali Emilia Romagna, Salvini: “Conte lavori per il bene dell’Italia”

salvini attacca conte

Qualcuno lo considerava un referendum sulla tenuta del governo, altri un tentativo di promozione o bocciatura dell’alleanza giallo-rossa. Qualcun altro ancora pensava potesse trattarsi di un riscatto. Infine, qualcuno temeva potesse significare la fine di un’era. Le elezioni regionali in Emilia Romagna hanno visto la vittoria di Stefano Bonaccini, il candidato del centrosinistra. Ottimista, però, anche Giorgia Meloni, che ha definito il proprio partito come “l’unico vincitore di queste elezioni”. Il risultato del voto è stato commentato anche da Giuseppe Conte, che ha atteso che “la campagna elettorale fosse alle spalle” per esprimere un giudizio in merito.

Salvini risponde a Conte

“Chi vive di rabbia e di rancore vive male, poverino”, è la replica di Matteo Salvini all’attacco del premier. Il leader della Lega ha invitato “Giuseppi” a bere una camomilla e a “lavorare per il bene degli italiani, non perché odia qualcuno. Invece anche oggi il signor Conte passa il tempo ad attaccarmi e a dire che deve lavorare per contrastare me e le destre”.

Conte: “Salvini grande sconfitto”

È Matteo Salvini “il grande sconfitto dal voto che era stato percepito come un referendum”, il cui partito non è riuscito a conquistare il primato né in Emilia Romagna né in Calabria. Ne è sicuro Giuseppe Conte, che all’indomani delle elezioni regionali assicura che il governo non corre rischi “perché i numeri in Parlamento sono diversi”, a favore della maggioranza, “ed è comunque improprio attribuire a un voto locale una valenza nazionale. Non vedo rischi di instabilità, come lavoravamo ieri lavoriamo oggi e lavoreremo domani”.

Il premier ha poi commentato l’episodio del citofono, definendolo “un ‘dagli all’untore’ inaccettabile, tanto più da chi ha avuto la responsabilità di ministro dell’Interno e che ancora oggi ha la responsabilità di capo dell’opposizione. Dico basta a modalità di propaganda che ritengo indegne”.

Giorgia Meloni: “FdI vincente”

Fratelli d’Italia è l’unico vincitore di queste elezioni, sia in Calabria che in Emilia. Siamo l’unico partito che cresce in entrambe le regioni. Confidiamo di fare la differenza anche per le prossime regioni che vanno al voto”, ha commentato Giorgia Meloni nel corso della conferenza stampa di FdI a Roma all’indomani delle elezioni regionali. “Siamo molto soddisfatti” del risultato in entrambe le regioni, nonostante la mancata vittoria che, riconosce la deputata, “sarebbe stata una cosa epocale, ma penso che anche aver tenuto tutti col fiato sospeso fino a tardi. Questo segna la fine di un’epoca: non esistono più le roccaforti, ogni territorio è espugnabile”.

Regionali Emilia Romagna: le reazioni

Matteo Salvini è stato uno dei primi leader a commentare i risultati delle elezioni regionali in Emilia Romagna: tra le reazioni, la sua tende a minimizzare la sconfitta. Infatti, l’appuntamento alle urne si configurava per la Lega come una sorta di referendum attraverso il quale mandare a casa il governo. Peccato, però, che il risultato ha ribaltato le posizioni di partenza. Stefano Bonaccini è prevalso su Lucia Borgonzoni dopo un testa a testa che ha tenuto tutti sulle spine. Salvini, dunque, minimizza: “Grazie a chi si è preso la briga di andare al seggio. Sono contento e mi prendo il merito per aver coinvolto tante persone. Ci ho messo sangue e anima. Per la prima volta dopo 70 anni c’è stata una partita”.

Tutt’altro umore invece per Nicola Zingaretti, che ha accolto i risultati con un bel sorriso: “Un grazie enorme alle Sardine“, ha detto. E ancora: “Il primo tema ora è mettere in campo tutte le azioni per far ripartire l’Italia. Dall’Emilia Romagna è arrivato un segnale: Salvini sa raccontare i problemi ma non li sa risolvere e il popolo ha reagito. Salvini ha perso e il governo è rafforzato. Spero che i 5 Stelle decidano da che parte stare”.

Arriva anche il commento a caldo di Teresa Bellanova: “In agosto abbiamo sconfitto Salvini in Parlamento, stanotte con il voto in Emilia Romagna lo abbiamo sconfitto nelle urne”. Infine, anche Matteo Renzi: “Un grande abbraccio a Stefano Bonaccini: vittoria nettissima e bellissima”.