Regno Unito vieta di installare nuovi kit 5G Huawei da settembre 2021

·2 minuto per la lettura
Il logo Huawei presso la sede della società a Reading, nel Regno Unito

LONDRA (Reuters) - Le società di telecomunicazione britanniche non potranno installare i nuovi kit 5G di Huawei dopo settembre 2021, secondo quanto annunciato dal governo britannico.

Il Regno Unito ha già ordinato che vengano rimosse tutte le attrezzature Huawei dai propri network 5G entro la fine del 2027, allineandosi a Paesi come gli Stati Uniti, che sostengono che la società cinese rappresenti un rischio per la sicurezza.

Alle società di tlc è già stato vietato l'acquisto di nuovi kit 5G di Huawei dopo la fine dell'anno. Alcuni legislatori temono che alcune aziende possano accumulare attrezzature Huawei, per poi utilizzarle fino alla scadenza fissata nel 2027.

Gli operatori, tuttavia, hanno fatto sapere che inizieranno ad implementare l'anno prossimo attrezzature alternative, rendendo "gestibile" la scadenza prevista nel 2021.

La Cina ha criticato la decisione, mentre Huawei ha detto settimana scorsa di essere delusa dalla decisione della Gran Bretagna e dal tentativo di escludere l'azienda dall'implementazione del 5G dopo la pubblicazione di nuove norme che prevedono sanzioni per 100.000 sterline in caso di violazione del divieto.

L'annuncio di oggi giunge in vista di un dibattito in parlamento sulle nuove norme in materia di tlc.

"Sto fissando un percorso chiaro per la completa eliminazione di fornitori ad alto rischio dalle nostre reti 5G", ha dichiarato Oliver Dowden, ministro britannico per il digitale.

"Ciò avverrà attraverso nuovi poteri senza precedenti, per identificare ed escludere attrezzature di telecomunicazione che pongono una minaccia alla nostra sicurezza nazionale".

Il governo ha annunciato anche una nuova strategia per diversificare la catena d'approvvigionamento 5G, consistente in un iniziale investimento da 250 milioni di sterline, sperimentazioni in collaborazione con l'azienda giapponese NEC e la creazione di nuovi centri di ricerca.

Gli operatori mobili BT, Vodafone e Three hanno lanciato il 5G includendo Huawei in alcune componenti delle loro reti d'accesso radio.

Hanno già sostituito queste parti ricorrendo a fornitori alternativi, come Ericsson e Nokia.

(Tradotto da Redazione Danzica, in Redazione a Milano Cristina Carlevaro)