Renzi e la previsione sul futuro del governo: "Durerà al 50%"

Renzi e la previsione sul futuro del governo: "Durerà al 50%"

Il leader di Italia Viva Matteo Renzi, ospite a Piazza Pulita su La7, ha fatto una previsione sul futuro del governo: "Se si continua così, ci sta che si torna a votare: litigano su tutto! Noi non stiamo litigando. All'incontro di domenica quando hanno litigato noi non c'eravamo".

Do il 50% di possibilità che rimanga in piedi", ha dichiarato Renzi. "Rischiano di andare alle elezioni perché in questa fase se si continua a litigare sulle tasse, sulla sugar tax, si rischia. E una tassa sulla plastica non si può fare". Chi romperà? "Di Maio tira la corda ma non può romperlo. Ma io ripeto: basta, non si può litigare su tutto".

Il premier Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha replicato così alle parole di Renzi: "È un pessimista cosmico Matteo Renzi, state tranquilli, andiamo avanti, abbiamo tante cose da fare".

VIDEO - Inchiesta Open, Renzi parla di “ferita alla democrazia”

In merito all’ipotesi di tornare alla premiership, il leader di Italia Viva ha chiarito: "Io non sono interessato a ritornare a fare il presidente del consiglio. Se avverrà, avverrà...". Poi ha aggiunto: "Io sono qui per dire sono ancora in campo, che ho delle idee".

"Tutti quelli che dicono facciamo un accordo stabile con il M5s sono innamorati della prospettiva di un accordo di coalizione. Ma io, rispetto ai 5 stelle sono un'altra cosa. Va bene salvare il Paese da Salvini ma da qui a dire che ci sposiamo ne passa..".

VIDEO - Chi è Matteo Renzi?

Commentando i tre anni dalla sconfitta al referendum costituzionale, Renzi ha detto: “Quella sconfitta ha cambiato la possibilità di avere un governo deciso dagli italiani. Non avremmo mai avuto un governo Frankestein come quello che c'è. Quella battaglia la rifarei domani mattina".

Il leader di Italia Viva è tornato a parlare anche del caso Open: "Se qualcuno pensa che io abbia fatto qualcosa di illegittimo lo porto in tribunale", sottolineando come sia ormai "evidente a tutti che negli ultimi mesi su di me casualmente esce fuori o l'indagine x o la velina", ha aggiunto criticando "questo modo giustizialista di procedere", come è successo per il caso di Bibbiano.