Riattualizzare il passato è da sempre il mantra del più alto artigianato. Come per i capi "tech-couture" Laminar by Herno. Scopriamoli insieme

Di content team
·4 minuto per la lettura

From Harper's BAZAAR

Dalla forbice al mouse. È così che negli ultimi decenni si è rivoluzionata l’industria del fashion, della sartoria e della couture. Sempre proiettata nel futuro per sua natura, infatti, la moda - anche bespoke - anticipa il domani non solo a livello di trend e tendenze, ma anche (e soprattutto) nella sua più intima costituzione (e costruzione dei capi). Oggigiorno, infatti, anche gli atelier in cui si prendevano le misure per creare capi sartoriali più impeccabili si sono evoluti in veri e propri laboratori tessili di nuova generazione, in cui le nuove tecnologie si mettono al servizio dell’artigiano. Mapping, intelligenza artificiare, VR, stampanti 3D, software di modellazione virtuale CAD, cutter al laser, affiancano sapienze antiche nella ricerca più avanzata. Il risultato è un prodotto dal super pack ad alte prestazioni, mantenendo un touch prezioso e un’anima sofisticatamente tradizionale.

Photo credit: Herno
Photo credit: Herno

Ad aderire - e in molti aspetti ad anticipare - questo modello di innovazione di tecno-sartoria e couture 4.0 è certamente Herno, maison d'eccellenza famosa in tutto il mondo per il suo Made-in-Italy dalla qualità assoluta: abbigliamento - con una specializzazione riconosciuta globalmente per l'outdoor - e accessori haute de gamme che coniugano estetica e massima funzionalità, grazie a tecnologie e tessuti performanti, rielaborati alla luce del futuro grazie a tecniche di lavorazione e produzione progressive. Seguendo la filosofia per cui recuperare il passato ri-attualizzandolo è uno dei mantra fondamentali dell'alto artigianato. Per Herno, infatti, la libertà è nell’intreccio fra tecnologia, arte e lusso. È l’essenzialità nelle forme, prive di conformismo, e nello stile indipendente dalle tendenze. La funzionalità dei capi Herno è elegantemente sobria, ma l’attenzione per il dettaglio e la vestibilità sono evidenti. La continua ricerca nel settore della manifattura si sposa con il primato d’eccellenza del marchio italiano.

Photo credit: Herno
Photo credit: Herno

Da qui nasce la collezione Laminar by Herno per l’Autunno Inverno 2020che letteralmente r-evoluziona il savoir-faire d'eccellenza tipica del Made in Italy, attraverso l’unione di tessuti preziosi caratteristici dell'alta sartoria con un'anima futuristica ad alte prestazioni. Il connubio sottile fra funzionalità performante ed estetica attuale ispira ogni capo della collezione.

Herno Laminar Couture Engineering unisce, quindi, l’unicità delle lavorazioni e dei tessuti più classici, come il pied-de-poule o il tweed, a una serie di trattamenti speciali performanti ed inediti. Il risultato sono capi raffinati ma passe-partout, adatti alle esigenze della donna contemporanea, che necessita di trasversalità ma che non vuole rinunciare ad esprimere i propri tratti caratteristici che la rendono unica.

Photo credit: Herno
Photo credit: Herno

Le forme della linea Herno Laminar Couture Engineering – nata per la prima volta nel 2012 come activewear collection - sono avveniristiche e rispecchiano le tendenze moda Autunno Inverno 2020 - piumini e cappe over, bomber e parka - tutti accessoriati da zip con spalmature in poliuretano o maxi e in gomma, coulisse e bottoni che creano a loro volta differenti volumi e forme permettendo ancor meglio di adattare il capo a diverse fisicità e stili di vita.

Ma è la ricerca sui tessuti la vera e continua evoluzione di Herno, che diventa dunque un’officina dello sviluppo sartoriale. Lane accoppiate con membrane 2Layers e 3Layers, jacquard, nylon ripstop semi-lucido. Nelle fantasie pied-de-poule, maxi e micro in inediti accostamenti di colore o graffiti che ricordano quelli di Basquiat, oltre alla tinta unita in sofisticati ed inusuali toni del marron glacè, grigio fumo e bordeaux, inediti nel mondo Laminar.

Photo credit: Herno
Photo credit: Herno

I cappucci design sono ripiegabili e removibili e gli inserti in Gore-Tex diventano uno scudo contro la pioggia, le termonastrature interne custodiscono le cuciture tradizionali completandone la tenuta, gli interni staccabili a piacimento allungano la stagionalità e la trasversalità del capo.

Un passo ulteriore verso il futuro 3.0 è rappresentato dall’inserimento di felpe e maglie, realizzate rispettivamente con un tessuto composto da una fibra di nylon e una di cotone e con un filato di poliestere e lana. Da una parte mantengono il calore corporeo costante, e dall’altra proteggono dalla pioggia, accostati a tessuti Gore-Tex e Gore-Tex Infinium™.

In collezione anche i modelli evergreen, che fanno parte di Herno Laminar da sempre e che ne hanno decretato l’affermazione, realizzati in partnership con Gore, produttore delle membrane Gore-Tex e Gore-Tex Infinium™.

Photo credit: Herno
Photo credit: Herno

Il tocco di stile consigliato da Harper’s Bazaar: la nuova couture è easy-chic, quindi i capi sartoriali luxury si sposano con un paio di sneakers ultra-tech. Come Herno Laminar ASSOLUTO, trail runner iconica con un look da percorsi urbani. Leggerissima (pesa solo 320 grammi), in 4 nuance intercambiabili ed evergreen – bianco, grigio, blu e nero – è la scarpa che ci fa fare un ulteriore passo verso il futuro 3.0. Con stile.

SHOP NOW