Riccardo Munda torna a Caltanissetta per curare la mamma

·1 minuto per la lettura
riccardo munda medico covid
riccardo munda medico covid

Riccardo Munda è partito da Bergamo per tornare in Sicilia a visitare la madre malata. È un medico di base che più volte nel corso dell’epidemia di Coronavirus, in una delle zone più colpite d’Italia, ha dato il suo contributo, spesso recandosi a domicilio dai suoi pazienti. Adesso, tuttavia, ha dovuto fare ritorno a casa. Il motivo sta nel fatto che alcuni suoi colleghi non si comportano nello stesso modo.

Il racconto di Riccardo Munda

A raccontare la vicenda che ha vissuto in prima persona è il dott. Riccardo Munda, il quale dopo avere ricevuto la notizia della positività al Coronavirus della madre è dovuto tornare in Sicilia. “Il medico di famiglia non va a visitarla. neanche ora che ha la polmonite bilaterale. Si è limitato a prescriverle al telefono la tachipirina”, ha detto. “Visitare a domicilio non è la stessa cosa che prescrivere i medicinali al telefono“. Proprio per questa ragione lui si è sempre comportato diversamente.

Mi contattano via passaparola o su Facebook. A marzo ho capito il ruolo decisivo dell’assistenza a domicilio. Mi capita di andare a visitare qualcuno che magari ha chiamato il suo medico, il 118 o la guardia medica e non ha visto arrivare nessuno“, ha raccontato.

Riccardo Munda, originario della provincia di Caltanissetta ma che vive a Bergamo da sette anni, in questi mesi ha infatti aiutato pazienti di tutta la Lombardia. Normalmente assiste coloro che abitano tra Nembro e la Valseriana, ma proprio poiché ormai è famoso per le sue visite a domicilio è stato chiamato anche da altre province e regioni. Non ha mai detto di no. Adesso, tuttavia, è stato obbligato a tornare in Sicilia per curare la madre.