Riccardo Scamarcio interpreta «Alla Vita»

L'ultima performance di Riccardo Scamarcio lo vede nei panni di uno zappatore.

Si tratta di «Alla Vita», in cui l'attore pugliese, da affermato gallerista, dopo la morte del padre inizia a occuparsi dell’azienda agricola di famiglia.

«Nessuno nella mia famiglia ha fatto l’agricoltore, per me è una scelta di vita, mi piace definirmi zappattore», racconta Riccardo Scamarcio a Il Corriere della Sera.

L'attore de «L'ombra del giorno» possiede in realtà una piccola e affermata azienda agricola in Puglia.

«Produco vino e olio biologici, ormai la mia è una piccolissima realtà consolidata. È anche un modo per capire dove va il mondo: se vuoi fare la rivoluzione devi partire dalla terra».

Nel film in sala dal 16 giugno, il suo personaggio «ha ereditato la proprietà di famiglia e si trova a mandarla avanti tenendo fede al suo senso dell’onore. Ha questo cliente, il signor Zelnik, capofamiglia di una famiglia ebrea ultra-ortodossa di Aix-Le-Bains che ogni estate passa un periodo da loro e per cui produce cedri kosher».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli