Ricky Martin: insulti omofobi sulla sua pagina Instagram

·1 minuto per la lettura

Ricky Martin esprime sconcerto per gli insulti omofobi ricevuti sui social.

Gli haters hanno attaccato il cantante per aver condiviso alcune immagini di un servizio fotografico realizzato al fianco del marito Jwan Yosef, a celebrazione del Pride Month.

L’artista si è sfogato via Instagram, manifestando dispiacere e amarezza per il brutto episodio.

«Una settimana fa ho condiviso alcune foto con mio marito, come parte di un numero speciale del magazine CAP 74024», ha scritto nella caption. «Per noi è stata un’esperienza bellissima e un modo per celebrare il nostro orgoglio».

«Ciò che non mi aspettavo, specialmente dopo tutto il lavoro che è stato fatto per tanti anni, era di ricevere tanti unfollow e tanti commenti denigratori».

Ricky ha definito «paralizzante» il modo in cui si è sentito nel leggere alcuni commenti, che hanno riportato la star agli anni in cui la sua omosessualità era ancora un argomento tabù.

Dopo aver rivelato di essere «un fortunato uomo omosessuale» nel 2010, Ricky è più forte e motivato a combattere i pregiudizi nei confronti delle persone LGBTQ.

«Oggi vedo quelle foto e ho una sensazione di pace nel poter finalmente celebrare la mia famiglia nel modo in cui merita, in stile. Celebrare me per ciò che sono, indipendentemente da ciò che dicono gli altri».

Martin ha sposato Yosef, un pittore svedese di origini siriane, nel 2018.

I due sono genitori di Lucia Martin-Yosef e i gemelli Matteo e Valentino, 12 anni.

Nel celebrare il Pride Month, Ricky ha recentemente scritto: «La cosa che più desidero in questa vita è che tutti possano sentirsi liberi, orgogliosi di se stessi, felici, amati, rispettati e accettati. Che ognuno possa esprimere se stesso nel modo in cui è nato senza ripercussioni o condanne. Valete tanto, non dimenticatelo per favore».

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli